Redazione Paese24.it

Trebisacce, Leonardo Adduci è l’uomo più “piccante” dell’Alto Ionio.

Trebisacce, Leonardo Adduci è l’uomo più “piccante” dell’Alto Ionio.
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
Trebisacce Piccante

Trebisacce Piccante

Ha mangiato ben 1.120 grammi di peperoncino piccante e si è aggiudicato il concorso inserito nella manifestazione “Trebisacce piccante” svoltasi domenica sera nella cittadina jonica alla presenza di una folla di curiosi che hanno assistito strabiliati alla sua impresa. Si tratta di Leonardo Adduci, 52 anni, imprenditore edile, originario di Albidona ma residente stabilmente a Trebisacce il quale ha divorato in pochi minuti oltre un chilogrammo di “caviale dei poveri”. Un ortaggio, questo, consigliato per la ricchezza di vitamine e di importanti enzimi che esso contiene che, secondo gli esperti, rappresentano importanti stimolatori della vitalità dei tessuti e di tutto l’organismo.

Sarà lui, il simpatico Leonardo Adduci, avendo superato la pre-selezione, a rappresentare l’Alto Jonio alla finale nazionale che si terrà nel mese di settembre a Diamante con la possibilità di diventare campione nazionale dei

La premiazione dei vincitori

La premiazione dei vincitori

mangiatori di peperoncino. Al secondo posto della competizione che ha registrato numerosi partecipanti, si è piazzato, con 926 grammi, Luigi Malvito, al terzo Antonio Capraro con 904 ed al quarto posto Claudio Gargiulo, con 494 grammi. La manifestazione, divenuta ormai una classica dell’estate trebisaccese, è stata organizzata dall’associazione APS, in collaborazione con l’azienda eco-agrituristica “Torre di Albidona e da Agrijonica con il patrocinio del comune e dell’Assopec. Conduttrice della serata e della bella e appassionante gara la brillante Anna Maria Suriano che con grande abilità è riuscita a colmare anche i vuoti che si creano durante una serata simile, tenendo sempre alta l’attenzione del pubblico che ha vissuto tutti i momenti con grande entusiasmo ed emozione.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *