Redazione Paese24.it

Fagnano Castello, cala il sipario sulla rassegna “Amateatro 2014”

Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
Applausi a scena aperta per le compagnie che hanno preso parte alla rassegna AMATEATRO

Applausi a scena aperta per le compagnie che hanno preso parte alla rassegna AMATEATRO

Con la commedia musicale dal titolo: “U Matrimoniu Cumbinatu,” scritta da Alessandro Quintieri per la regia di Guerino Avolio, è calato il sipario sulla rassegna teatrale “Amateatro 2014” di scena nel comune di Fagnano Castello. Un plauso, in modo particolare, all’associazione culturale “I Litrari” che, nel periodo estivo, hanno organizzato una straordinaria rassegna teatrale amatoriale con la presenza di alcune compagnie cosentine e non solo che, anche quest’anno, hanno voluto fortemente partecipare alla valida iniziativa con la presenza, sulle gradinate dell’anfiteatro comunale, di un numeroso pubblico. Una rassegna teatrale in vernacolo che ha divertito quanti hanno preso parte alle diverse rappresentazioni serali. Bravi tutti gli attori entrati in scena che, nei loro rispettivi ruoli, hanno dimostrato una certa bravura artistica condivisa ed apprezzata da tutti con lunghi applausi ed ampi consensi di critica. Al termine della rassegna teatrale, poi, si è dato vita alla cerimonia di premiazione a tutte le compagnie che hanno partecipato all’edizione 2014 di Amateatro. Queste, dunque, le compagnie teatrali premiate: “Compagnia Teatrale Mangonese” di Mangone (CS), Compagnia Teatrale “Carnem Levare” di Scalea (CS), “Compagnia Teatrale Tortorese” di Tortora (CS), “I Belli Dentro” di Roggiano Gravina (CS), “Il Sorriso” di Isola Capo Rizzuto (KR), “Attiva-Mente” di Lagonegro (PZ). Premio speciale, poi, è stato consegnato al noto baritono fagnanese Piero Terranova che, per l’occasione, ha ricevuto in dono “U Litraru d’Argentu.” Anche il Presidente della FITA (Federazione Italiana Teatro Amatori) di Cosenza, dott. Antonio Maria d’Amico, ha voluto consegnare una targa di riconoscimento all’associazione “I Litrari” per la lodevole iniziativa dedicata interamente alla promozione del teatro amatoriale. Archiviata con successo l’edizione 2014 di “Amateatro,” si pensa già alla prossima rassegna teatrale con il chiaro intento di coinvolgere le diverse compagnie teatrali amatoriali operanti nella provincia di Cosenza e nell’intera Calabria. Una rassegna, dunque, aperta a tutti nel segno della valorizzazione della cultura teatrale in cui si vuole portare avanti la tradizione recitando, soprattutto, in vernacolo calabrese. Soddisfatto, infine, Paolo Ardis de “I Litrari” di Fagnano Castello per la buona riuscita dell’evento. “E’ stata una rassegna teatrale che ha riscosso grande successo grazie anche alla presenza di compagnie che, in modo particolare, hanno portato in scena spettacoli di alto livello artistico che ha divertito il pubblico. Ringrazio tutti i collaboratori e, in modo particolare, i delegati della FITA Cosenza, nelle persone del dott. Antonio Maria D’Amico (Presidente) e del dott. Antonio Le Fosse (Addetto-Stampa), che ci hanno onorato della loro presenza stasera.” Piena soddisfazione, inoltre, è stata manifestata dal sindaco di Fagnano Castello, l’avvocato Giulio Tarsitano, il quale ha voluto ringraziare, pubblicamente, l’Associazione de “I Litrari” per aver organizzato una rassegna teatrale che ha visto, durante il periodo estivo, la presenza di tanta gente nel piccolo comune cosentino. Una occasione per promuovere, tramite questa valida iniziativa culturale, il marketing territoriale e potare, allo stesso tempo, una boccata di ossigeno all’economia locale. L’impegno del primo cittadino, nonostante le difficoltà che vivono gli Enti locali negli ultimi tempi, è quello di promuovere la cultura a Fagnano e di sostenere, in tutti i modi, le diverse associazioni operanti in loco per dare linfa vitale ad una città che vuole crescere e che vuole emergere tramite la promozione di una serie di iniziative finalizzate a richiamare tanta gente nel comune fagnanese.

 Antonio Le Fosse

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *