Redazione Paese24.it

Da Trebisacce a Roma per cantare alla Messa del Papa

Da Trebisacce a Roma per cantare alla Messa del Papa
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Coro parrocchia C. Imm. BVMCantare la fede in gregoriano, davanti a Papa Francesco, a fianco del coro della Diocesi di Roma e insieme ad una corale immensa composta da ben 1.400 cantori, uomini e donne, provenienti da tutta Italia e dall’estero. E’ questa la grande emozione vissuta dal coro della parrocchia Cuore Immacolato della BVM di Trebisacce, diretto dalla professoressa Loredana Bastanza che per tre giorni è stato ospite nella Capitale partecipando, su invito, al Convegno-Pellegrinaggio “Cantare la fede” organizzato in occasione del 50° anniversario del “Sacrosantum Concilium” e nel 30° anniversario della fondazione del coro della Diocesi di Roma diretto da mons. Marco Frisina, compositore di gran parte dei canti liturgici odierni.

«Sono stati momenti di vera grazia e di amicizia – hanno detto all’unisono le coriste di ritorno da Roma, stanche ma radiose, spiritualmente appagate e piene di quella gioia che deriva dall’unione nel canto». In realtà sono state giornate intense, punteggiate da un programma incalzante: venerdì pomeriggio le coriste sono state accolte presso la pontificia università lateranense dove hanno esordito con una serie di canti liturgici, nel pomeriggio di sabato hanno partecipato alla celebrazione eucaristica nella Basilica di Santa Maria Maggiore e quindi si sono spostate a San Giovanni in Laterano per  il grande concerto diretto da mons. Frisina.

Altra foto del coro a RomaDomenica mattina hanno invece animato la grande funzione religiosa celebrata in piazza San Pietro presieduta da Papa Francesco e organizzata in onore dei nonni e degli anziani di tutto il mondo. Papa Francesco ha apprezzato molto l’iniziativa e nella sua omelia ha ringraziato le coriste. «Continuate a svolgere con gioia e generosità il servizio liturgico nelle vostre comunità – ha detto loro Papa Francesco – perché chi canta in chiesa prega due volte». Nel pomeriggio di domenica, la visita ai giardini vaticani e quindi il ritorno a casa, stanche ma raggianti di gioia per il pieno di fede e di amicizia ricevuto, che resterà a lungo nel cuore di tutte.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *