Redazione Paese24.it

Brindisi, mons. Satriano ordinato nuovo arcivescovo di Rossano-Cariati

Brindisi, mons. Satriano ordinato nuovo arcivescovo di Rossano-Cariati
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Mons. Satriano con il sindaco di Rossano in Piazza Duono a Brindisi (Foto di Antonio Le Fosse)Tanti i fedeli dell’intera Diocesi di Rossano-Cariati che, nel pomeriggio di venerdì 3 ottobre, hanno raggiunto, a bordo di autobus da turismo, la città di Brindisi per partecipare all’Ordinazione Episcopale di Mons. Giuseppe Satriano (nuovo Arcivescovo di Rossano-Cariati). La cerimonia religiosa, come da programma, è stata celebrata dal Cardinale Salvatore De Giorgi (Arcivescovo emerito di Palermo), da S.E. Mons. Domenico Caliandro (Arcivescovo di Brindisi-Ostuni) e da S.E. Mons. Rocco Talucci (Arcivescovo emerito di Brindisi-Ostuni). Presenti anche i Vescovi calabresi e l’intero ordine sacerdotale diocesano. A Brindisi è arrivato anche S.E. Mons. Santo Marcianò, Ordinario Militare d’Italia, per esprimere i migliori auguri al nuovo Vescovo che prenderà il suo posto, dopo la nomina di Papa Francesco, alla guida della Diocesi di Rossano-Cariati.  Tanti i sindaci, con la fascia tricolore, che hanno preso parte alla cerimonia religiosa: dal sindaco di Rossano, Giuseppe Antoniotti, al sindaco di Cariati, Filippo Sero, dal vice-sindaco di Corigliano Calabro, Paolo Oranges, ai primi cittadini dei comuni dell’intera area diocesana calabra. Emozionante la cerimonia di investitura del nuovo Arcivescovo con la consegna dell’anello, della mitra e del pastorale. Al termine della solenne celebrazione eucaristica, della durata di circa tre ore, i tanti fedeli hanno invaso l’altare principale per abbracciare S.E. Mons. Giuseppe Satriano ed augurare, allo stesso, un buon cammino pastorale alla guida dell’importante Diocesi di Rossano-Cariati. Fervono, intanto, i preparativi nella città bizantina per accogliere, nel pomeriggio di domenica 26 ottobre, il nuovo Vescovo.

Antonio Le Fosse

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *