Redazione Paese24.it

Nuova Provincia di Cosenza, nel Consiglio non c’è traccia dell’Alto Jonio

Nuova Provincia di Cosenza, nel Consiglio non c’è traccia dell’Alto Jonio
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
Il Palazzo della Provincia a Cosenza

Il Palazzo della Provincia a Cosenza

Non c’è traccia di Alto Jonio nel nuovo consiglio provinciale di Cosenza delineatosi in seguito alle elezioni del 12 ottobre, dove hanno avuto accesso al voto gli amministratori locali. Il 14 ottobre sono stati proclamati i 16 consiglieri provinciali: Francesco Giuseppe Bruno (consigliere comunale di Corigliano), Lino Di Nardo (consigliere comunale di Cosenza), Giulio Serra (consigliere comunale di San Marco Argentano), Nicola Tenuta (sindaco di Acri), Pietro Lucisano (consigliere comunale di Rossano), Pasquale Lamboglia (sindaco di Tortora), Gioacchino Campolo (consigliere comunale di Corigliano), Lucantonio Nicoletti (consigliere comunale di Bisignano), Franco Pascarelli (consigliere comunale di Cetraro), Gianfranco Ramundo (sindaco di Fuscaldo), Graziano Di Natale (consigliere comunale di Paola), Francesco Iacucci (sindaco di Aiello Calabro), Ferdinando Nociti (sindaco di Spezzano Albanese), Pino Capalbo (consigliere di Acri), Giuseppe Rizzo (sindaco di Cerzeto), Aldo Figliuzzi (consiegliere comunale di Castrolibero). Tutti, compreso il presidente 50enne Mario Occhiuto (sindaco di Cosenza), di Forza Italia, ricopriranno l’incarico a titolo gratuito, così come previsto dalla riforma Delrio.

Nulla da fare per i quattro rappresentanti dell’Alto Jonio: Antonello Ciminelli (sindaco di Amendolara), Antonio Cersosimo (sindaco di San Lorenzo Bellizzi), Giuseppe Ramundo (consigliere comunale di Cerchiara) e Maria Antonietta Pandolfi (consigliere comunale di Nocara).

Mister preferenze si è laureato Graziano Di Natale (consigliere comunale di Paola) con 3863 con una lista vicina al Pd. Per l’Alto Jonio il più votato, inutilmente, è stato il sindaco di San Lorenzo, Cersosimo, con 1674 voti.

Vincenzo La Camera

GUARDA LA MAPPA DELLA PROVINCIA DI COSENZA (clicca per ingrandire)

Prov. Cosenza cartina

 

Share Button

One Response to Nuova Provincia di Cosenza, nel Consiglio non c’è traccia dell’Alto Jonio

  1. Domenico Pittino 2014/10/16 at 10:40

    Le buone intenzioni sono poca cosa rispetto al <>, ma quando queste sono oltremodo alimentate da una buona fede solo apparente, le cose peggiorano e di tanto. E siccome siamo persone serie …e le cose ce le dobbiamo dire, non possiamo tacere …che è davvero imbarazzante dover assistere …da un lato ad un arricchire di chiacchiere un territorio e dall’altro ad un suo impoverimento, sia dal punto di vista prettamente pratico delle azioni da porre in essere …sia dal punto di vista squisitamente morale, sociale, economico …e soprattutto etico.
    Non possiamo tacere …che è dalle estenuanti e sterili discussioni, lacerate da promesse campate come sempre in aria, che viene fuori la vera figura di esponenti politici con ambizioni di diventare e rappresentare il grande salto, il futuro, di un territorio sempre lì a rincorrere, … ambizioni che però …si sono dovute arrendere al <> lasciando le questioni senza attori, o meglio, con attori senza megafono in un deserto della politica rozzamente rappresentata da una disoccupazione intellettuale che non ha precedenti. In più, a voler proprio condannare la lotta contro le malefatte, ci si mette anche <>, quella che ha il compito di trincerare con maggior impeto il potere centralistico e dunque …ecco che viene privato il popolo sovrano del diritto di esprimere il suo giudizio appannaggio di un elettorato che già a tavolino aveva avuto l’ordine di CHI e CON CHI bisognava andare avanti.
    Questa è la bandiera che sventola sull’ultima tornata elettorale per il rinnovo del consiglio della provincia di Cosenza.
    Una bandiera che sventola però a mezz’asta, che certamente non poteva essere alzata da un popolo messo da parte. Una bandiera dai mille colori …che sventola ma che in sé non ha il consenso ed il senso di rappresentanza.
    Non voglio, e forse …non devo discutere su CHI siede nella prima fila della cantoria antica, …non voglio, e forse …non devo discutere delle capacità di chi si metterà al pianoforte a suonare questa nuova musica, …però una cosa è certa: i risultati annunciati dovranno essere di peso e soprattutto …dovranno rappresentare l’onere e l’onore di questi nuovi nostri rappresentanti a livello provinciale.
    Che la “scossa” abbia fatto dei danni a livello sociale e morale nella popolazione è evidente, ma non basta per gettare a terra uomini e donne, giovani e meno giovani: ci vuole ben altro per annullare l’intelligenza di un popolo.
    Io dico solamente <>, e NON DIMENTICHI che non esistono solamente Cosenza, Rende, Paola, Corigliano, Rossano, e così via dicendo: nel suo onore ed onere di primo rappresentante della Provincia di Cosenza, rammenti che ci sono piccole realtà, come quella in cui vivo, Nocara, …i cui abitanti meriterebbero una medaglia al valor civile solo per il semplice viverci tra mille e mille problemi, che non sto qui ad elencare …ma di cui avremo sicuramente modo di discutere.
    Illustre Sig. Presidente, ha detto che sarà il Presidente di tutti: attendiamo buone notizie ed intanto ringraziamo anticipatamente.

    Domenico Pittino – IdM Calabria – Alto Jonio Cosentino

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *