Redazione Paese24.it

Montegiordano, Consiglio Pastorale Vicariale. «La Chiesa ha bisogno anche dei laici per annunciare il Vangelo»

Montegiordano, Consiglio Pastorale Vicariale. «La Chiesa ha bisogno anche dei laici per annunciare il Vangelo»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

monteguiordano consiglio vicariale 1Venerdì 17 ottobre presso la parrocchia Beata Vergine Maria di Montegiordano si è riunito il Consiglio Pastorale Vicariale che ha visto la partecipazione dei parroci, dei religiosi, dei rappresentanti dei movimenti e dei consigli pastorali parrocchiali di tutta la Vicaria dell’Alto Jonio. Dopo i saluti del moderatore Eduardo Magnelli e del segretario Giovanni Lattuca, il Vicario Foraneo per l’Alto Jonio don Nicola De Luca, parroco di Oriolo, ha illustrato e analizzato le linee pastorale del nuovo anno indicate dal Vescovo Mons. Nunzio Galantino. Si è parlato dell’identità e del compito del Consiglio Pastorale Vicariale come strumento d’unione tra le parrocchie e la diocesi, e si ci è focalizzati sull’importanza e sulla corresponsabilità che hanno i laici nella vita della parrocchia, affinché la parrocchia diventi sempre più una casa accogliente, aperta a tutti, esperta in umanità e ricca di spirito missionario.

montegiordano consiglio vicariale 2I laici, infatti, devono essere dei buoni testimoni dell’amore di Cristo, dei buoni samaritani che si impegnano, ognuno secondo le proprie capacità, ad aiutare i parroci nell’annunciare il Vangelo. Per far questo bisogna valorizzare e continuare la formazione dei laici; c’è bisogno di formare le coscienze di tutti alla dottrina sociale della Chiesa, allo spirito missionario, al bene comune. Si è passati, poi, alle proposte, ai suggerimenti e alleadesioni dei convenuti alla partecipazione delle iniziative diocesane già esistenti, quali Ritiro Laici, Esercizi Spirituali, Scuola di formazione.

A conclusione, don Nicola, ha ribadito il compito al quale è chiamato il Consiglio Pastorale Vicariale, quello di lavorare in sinergia tra le varie parrocchie, per poter giungere all’obiettivo comune, quello, cioè, di annunciare il Vangelo, di essere una Chiesa in uscita, come ripete spesso Papa Francesco, una Chiesa fraterna, una Chiesa, appunto, missionaria, ponendo sempre al centro l’Eucarestia, perché, come diceva S. Giovanni Paolo II nell’enciclica ” Ecclesia de Eucharistia”: “La Chiesa fa l’Eucarestia, l’Eucarestia fa la Chiesa”.

Elisa Franco

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *