Redazione Paese24.it

Rossano, nove candidati per le Regionali. Il grande assente è Giuseppe Caputo

Rossano, nove candidati per le Regionali. Il grande assente è Giuseppe Caputo
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
Palazzo Campanella, edificio di Reggio Calabria  sede del Consiglio regionale della Calabria.

Palazzo Campanella, edificio di Reggio Calabria sede del Consiglio regionale della Calabria.

A Rossano è partita ufficialmente la “carica dei nove”. Sono tanti, infatti, i candidati della città bizantina per un posto da consigliere regionale, in vista delle elezioni previste per il 23 novembre. Di questi nove aspiranti a una poltrona a palazzo Campanella, ben cinque sono legati a liste che sostengono il candidato di centrosinistra alla carica di governatore, Mario Oliverio. Il rappresentante rossanese nella lista dei “Dem” è Giovanni Zagarese, che nella città bizantina ha svolto il ruolo di assessore all’area urbana. Sempre nel centrosinistra Antonello Graziano (ex assessore provinciale al bilancio e consigliere del comune di Rossano) è tra i componenti della lista “Oliverio Presidente”. Un altro esponente del consiglio comunale rossanese (ed ex assessore all’ambiente) che è candidato in quota centrosinistra è Ermanno Marino, che correrà all’interno della lista  legata a Sel “Per cambiare la Calabria-La sinistra”. Chiudono il quintetto il presidente di Federimprese Calabria, Francesco Beraldi (rossanese d’azione in realtà, perché originario di Crosia) che è candidato nella lista “Centro Democratico” e l’ex consigliere provinciale Giovanni Pirillo, che fa parte di “Autonomia e Diritti”.

Due, invece, i rossanesi che appoggeranno Wanda Ferro, candidata del centrodestra alla guida della Regione. Uno è Giuseppe Graziano, comandante regionale del Corpo forestale dello Stato che ha aderito a Forza Italia la scorsa estate. L’altro candidato rossanese in quota centrodestra è l’ex consigliere provinciale (e attuale consigliere comunale della città bizantina) Ernesto Rapani, appartenente a Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale.

Galdino Accroglianò è il rappresentante rossanese presente nella lista dell’Udc. Il partito centrista e il  Nuovo Centro Destra fanno parte della coalizione “Alternativa popolare calabrese” che sostiene l’aspirante governatore Nico D’Ascola. Chiude l’elenco dei nove Enzo Orlando, inserito nella lista del Movimento Cinque Stelle che vedrà Cono Caltelmi in qualità di candidato alla presidenza della Regione.

Fa rumore, e non poco, l’assenza di Giuseppe Caputo tra i rossanesi candidati per un posto a palazzo Campanella. L’ex consigliere regionale e ormai ex Presidente della I Commissione “Affari istituzionali e affari generali”, nel 2010 riuscì a sfondare il muro delle 10.000 preferenze. A distanza di quattro anni, tuttavia, l’esponente politico di Forza Italia ha deciso di non bissare la sua esperienza in Regione, motivando la sua scelta attraverso un comunicato stampa. «Mi ero candidato nel 2010 – ha spiegato Caputo – per interpretare al meglio il desiderio di cambiamento dei calabresi e non certamente per assistere, anno dopo anno, al tradimento di tutte le aspettative di governo e di tutti gli impegni che erano stati assunti. Oggi con grande serenità e altrettanta determinazione, decido di non riproporre la mia candidatura, con la coerenza di sempre e per il rispetto che devo agli elettori di questo territorio. Una scelta meditata e sofferta – ha concluso Caputo – ma doverosa per ribadire una linearità di comportamento».

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *