Redazione Paese24.it

Trebisacce, un’intera famiglia intossicata dai funghi

Trebisacce, un’intera famiglia intossicata dai funghi
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
L'ospedale di Cosenza

L’ospedale di Cosenza

Mangiano funghi per cena e in cinque finiscono in ospedale per intossicazione alimentare. E’ successo ieri notte a un’intera famiglia residente nel quartiere di San Martino di Trebisacce, composta dai genitori M. L. 51 anni e D. F. 42 anni e da tre figli di cui 2 maschi e una femmina di età compresa tra i 18 ed i 13 anni. I cinque, a distanza di qualche ora dall’aver consumato la cena  a base di funghi raccolti dal padre, hanno cominciato ad accusare forti dolori addominali accompagnati da conati di vomito. Senza esitazione il capofamiglia, avendo percepito da che cosa poteva venire il pericolo, ha fatto salire in macchina tutti i componenti della famiglia e insieme, intorno alle 23.30, si sono recati presso il PPI di Trebisacce per essere soccorsi.

Qui i sanitari di servizio, accertato cosa avevano ingerito e constatata la sospetta sintomatologia, hanno subito consultato un centro specializzato e, consigliati a preferire un ospedale provvisto di Rianimazione per fronteggiare una possibile emergenza, hanno disposto il trasferimento dell’intera famiglia presso l’Annunnziata di Cosenza dove i cinque sono stati condotti a bordo di 2 ambulanze del 118.

Da quanto si è appreso pare che, a seguito di appropriate cure mediche e abbondanti lavande gastriche, le loro condizioni non si siano aggravate e che l’intera famiglia, tuttora ricoverata in osservazione, sia fuori pericolo. In realtà genitori e figli avevano mangiato funghi porcini che il papà, essendo originario di Albidona, conosce bene. E’ probabile però che tra i funghi commestibili si sia confusa qualche spora non tanto raccomandabile che forse è sfuggita all’attenzione sia del papà che li ha raccolti sia della mamma che li ha preparati per cena.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *