Redazione Paese24.it

Corigliano, chiedono soldi per famiglie detenuti: in due in manette per tentata estorsione

Corigliano, chiedono soldi per famiglie detenuti: in due in manette per tentata estorsione
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

carabinieri nuova 2Chiedevano soldi  per sostenere economicamente le famiglie dei detenuti. E’ questo il motivo che ha portato  all’arresto di due persone nella città di Corigliano. Nella giornata del 28 ottobre, i carabinieri della locale compagnia (dopo accertamenti disposti anche mediante ausilio di attività tecniche), a seguito di una denuncia presentata da un titolare di una attività commerciale del luogo, hanno arrestato due elementi che, secondo i carabinieri di Corigliano, fanno parte della consorteria criminale di tipo ‘ndranghetistico denominata “locale di corigliano”. I due arrestati sono G. S., quarantaseienne coriglianese pluripregiudicato e P. S., trentaduenne di Corigliano volto noto alle forze dell’ordine.

I due sono ritenuti responsabili in concorso di tentata estorsione continuata e aggravata dal metodo mafioso. Gli arrestati, secondo quanto emerso dalle indagini, pretendevano ingenti “offerte” per il sostentamento delle famiglie dei detenuti. Dopo il fermo, gli arrestati sono stati associati alla casa circondariale di Castrovillari, a disposizione dell’autorità giudiziaria mandante.

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *