Redazione Paese24.it

Regionali, la Casa delle Libertà si presenta a Villapiana: «Ricostruiamo la nostra terra»

Regionali, la Casa delle Libertà si presenta a Villapiana: «Ricostruiamo la nostra terra»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
L'aspirante governatore della regione Calabria, Wanda Ferro e il capolista della Casa delle libertà, Giuseppe Graziano

L’aspirante governatore della regione Calabria, Wanda Ferro e il capolista della Casa delle libertà, Giuseppe Graziano

La Casa delle Libertà si presenta a Villapiana in vista delle elezioni regionali.  Nella giornata di domenica 2 novembre si è tenuto infatti un meeting elettorale da parte del centrodestra nella cittadina dell’Alto Jonio. All’appuntamento erano presenti il candidato alla Presidenza della Giunta regionale, Wanda Ferro, il deputato di Forza Italia Roberto Occhiuto, il consigliere regionale Giuseppe Caputo e il capolista della “Casa delle Libertà – Wanda Ferro Presidente”, Giuseppe Graziano . Tra i presenti all’appuntamento ionico, inoltre, a sostegno di Graziano e Ferro presidente, anche il professor Bernardo Misaggi, fedelissimo di Silvio Berlusconi.

«I calabresi hanno sperimentato sulla loro pelle e a loro spese – ha dichiarato Graziano alla nutrita platea – che l’alternanza politica, tra destra e sinistra, nel corso dell’ultimo ventennio, ha solo prodotto macerie. Oggi rimane una terra e una regione da ricostruire dalle sue fondamenta e nei suoi servizi. E per far questo servono competenze. Dalla sanità per finire ai trasporti urge un nuovo piano di riorganizzazione virtuosa che miri prioritariamente a garantire i diritti fondamentali al cittadino. La chiusura degli ospedali di Trebisacce, piuttosto che quelli di Cariati e Praia a Mare – ha scandito ancora Graziano – sono l’esempio palese di una riorganizzazione sanitaria che non ha tenuto conto delle Ferro-Graziano 2esigenze degli utenti e dei territori.  Serve – ha  concluso il capolista della Casa della Libertà –  un’azione rivoluzionaria più coraggiosa che archivi definitivamente la lunga parentesi della politica feudale che ha soffocato ogni aspettativa di sviluppo e dia credito a chi, senza falso populismo, ha dimostrato capacità ed esperienza per innescare quel processo di crescita e rilancio della Calabria».

 Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *