Redazione Paese24.it

Oriolo, “Non vi lascerò orfani”. Il vescovo Galantino benedice la catechesi del Movimento Apostolico

Oriolo, “Non vi lascerò orfani”. Il vescovo Galantino benedice la catechesi del Movimento Apostolico
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

movimento apostolico oriolo 2(Riceviamo e pubblichiamo) – Venerdì 31 ottobre alle ore 18 Mons. Nunzio Galantino, Vescovo di Cassano all’Ionio e Segretario Generale della CEI, ha presieduto una Concelebrazione Eucaristica nella chiesa di Oriolo che ha dato avvio alla catechesi programmata dal Movimento Apostolico sul tema “Non vi lascerò orfani (Gv 14,18). Per una chiesa che si prende cura dell’umano” letto alla luce del Vangelo del Giorno del Signore. Hanno concelebrato don Gesualdo De Luca, Assistente Ecclesiastico Regionale del Movimento Apostolico e don Nicola De Luca, parroco nella Parrocchia San Giorgio Martire di Oriolo, Vicario Foraneo per la Vicaria dell’Alto Jonio e Assistente Ecclesiastico per la Diocesi cassanese

Da ormai tredici anni, nell’ambito del nostro territorio, ogni Venerdì alle ore 18:30 (orario legale) e 17:30 (ora solare) presso i locali dell’Oratorio Parrocchiale “San Giovanni Paolo II” di Oriolo e ogni Martedì alle medesime ore presso la Parrocchia San Vincenzo Ferrer di Trebisacce, il Movimento Apostolico offre  incontri di catechesi aperti a tutte le comunità dei fedeli. Don Nunzio Galantino, durante la messa, ha augurato a tutti gli aderenti un buon cammino nel solco del tema indicato dalla Sede Centrale: “Non vi lascerò orfani. Sulle orme del vangelo di Giovanni il Movimento Apostolico è stato incoraggiato a diventare portatore di questo messaggio di speranza e testimone della presenza viva di Cristo per ogni fratello che incontra sul suo cammino.

movimento apostolico orioloSorto a Catanzaro il 3 novembre del 1979, tramite l’Ispiratrice e Fondatrice Signora Maria Marino, donna umile e piena di fede, il Movimento Apostolico, da ben 35 anni, vive e lavora nella Chiesa, con la Chiesa e per la Chiesa, annunziando e ricordando la Parola del Signore in diverse forme e modalità anche nuove così tanto auspicate da Papa Francesco nell’Evangelii Gaudium. Portare il Vangelo vivendolo, offrire la propria vita in un impegno di conversione e santificazione per dare una nuova anima al mondo: questo è l’orizzonte su cui gli aderenti si impegnano a camminare; una risposta responsabile e coerente all’ appello che sgorga dal cuore della Vergine Maria, Madre della Redenzione.

La Celebrazione Eucaristica che ha aperto il nuovo anno di catechesi è stata un’occasione per riflettere sulla missione del Movimento Apostolico e sul compito di ogni cristiano e di goni comunità: come lo Spirito, ha ricalcato il Presule, non ci lascia orfani, così anche noi non dobbiamo lasciare orfano nessun uomo; specie se bisognoso, povero, abbandonato. Farci carico delle necessità degli ultimi. L’evento si è concluso con un momento di grande festa e profonda felicità. Con gioia infatti, i giovani e i giovanissimi aderenti hanno voluto salutare e ringraziare don Nunzio per la sua presenza con una semplice rappresentazione coreografica di balletti allietando con la loro arte, ma soprattutto il loro cuore, lo spirito di tutti i presenti.

Katia Adduci

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *