Redazione Paese24.it

Si accorciano i tempi per la nuova Ss 106. Manca solo il parere del ministro Franceschini

Si accorciano i tempi per la nuova Ss 106. Manca solo il parere del ministro Franceschini
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Governo: Letta rientrato a RomaArriva da Roma la notizia che accorcia i tempi di approvazione da parte del Cipe del Megalotto 3, ammodernamento della Superstrada a quattro corsie della statale jonica 106 da Sibari a Roseto Capo Spulico. A riferirla il sindaco di Villapiana, Paolo Montalti che assieme all’assessore comunale al Turismo Stefania Celeste, ha partecipato ad un incontro presso il Ministero per le Infrastrutture e dei Trasporti con il ministro Maurizio Lupi e l’assessore regionale Pino Gentile. Lupi ha affermato di aver acquisito il parere favorevole al tracciato dell’Anas per la Sibari-Roseto Capo Spulico, da parte del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, retto dal ministro Gian Luca Galletti. L’acquisizione di tale parere è ritenuto di particolare importanza in considerazione che il ministero dell’Ambiente ritardò l’iter di approvazione del progetto dell’Anas sottoposto all’approvazione dei sindaci del territorio interessati al tracciato (Papasso di Cassano, Carlomagno di Cerchiara, Valente di Francavilla, Montalti di Villapiana, Mundo di Trebisacce, Aurelio di Albidona, Ciminelli di Amendolara e Mazzia di Roseto) richiedendo all’Anas ulteriori informazioni sul tracciato stradale e rassicurazioni sull’impatto ambientale.  

SL1SYSTEMS sponsor pag. 20Dunque, sicuramente non nei tempi che il ministro Lupi aveva auspicato, ma l’iter per consegnare il Megalotto 3 all’approvazione del Cipe (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) va avanti. Adesso, in sostanza, mancherebbe il solo parere favorevole del ministero delle Attività Culturali e del Turismo retto dal ministro Dario Franceschini, che ancora non ha espresso il proprio parere sul Megalotto 3, opera che andrebbe a congiungere il noto corridoio europeo 8, ovvero l’autostrada Adriatica con l’autostrada Salerno-Reggio Calabria attraverso l’ammodernamento a quattro corsie della superstrada jonica che da Sibari porta al bivio autostradale di Firmo. Così come aveva detto nel corso dell’incontro con i sindaci dell’Alto Jonio presso la Prefettura di Cosenza alla presenza del Prefetto, del presidente Anas Ciucci e dell’assessore regionale Pino Gentile, il ministro Lupi ha ribadito, ribadita durante l’incontro romano con il sindaco di Villapiana, che  «l’opera approvata dalla conferenza dei sindaci si farà e non esistono margini per tornare indietro». Adesso la palla passa a Franceschini.

Franco Maurella

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *