Redazione Paese24.it

«Il rilancio di Cassano passa da Sibari». Prima uscita ufficiale del candidato a sindaco Papasso

«Il rilancio di Cassano passa da Sibari». Prima uscita ufficiale del candidato a sindaco Papasso
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

 Si è presentato stamattina (sabato), nel corso di una conferenza stampa, il candidato a sindaco di Cassano allo Ionio per il centrosinistra unito, Giovanni Papasso (nella foto). «I rappresentanti dei partiti e movimenti che fanno parte della coalizione, ovvero Partito Socialista Italiano, Partito Socialdemocratico Italiano, Pd, Sinistra Ecologia e Libertà, Italia dei Valori, le liste civiche “Per Amore di Cassano” e “Movimento per …”, e l’Associazione “Il Pentagono”,  si sono seduti uno a fianco all’altro, testimonianza di un fatto storico a Cassano: la ritrovata unità attorno a Gianni Papasso dopo anni di divisioni», si legge nella nota stampa. Presenti anche esponenti provinciali dei partiti della lista.

Un programma, quello esposto da Giovanni Papasso che passa necessariamente «attraverso il coinvolgimento dei giovani. Puntiamo a rinnovare e rilanciare Cassano allo Ionio favorendo maggiori opportunità per i nuovi talenti di Cassano, i quali troveranno il giusto coinvolgimento sulla base del merito e non per raccomandazione. Il Comune – ha continuato il candidato a sindaco – deve essere una vera e propria campana di vetro». Un impegno che mira a «progetti occupazionali seri, da attuare attraverso idee mirate per far lavorare i giovani disoccupati, stabilizzare i lavoratori precari del Comune, da anni lasciati ai margini e spesso ignorati». E per il sociale Papasso lancia un’idea: «Con la collaborazione della Chiesa e delle Istituzioni e forze sociali tutte si potrebbe istituire un fondo sociale per intervenire a sostegno delle persone più disagiate e lasciate ai margini della società cassanese».

Un pensiero poi a Sibari: «Il rilancio di Cassano allo Ionio passa necessariamente da qui. Sibari nel nostro programma è centrale, oggi abbandonata a se stessa dovrà divenire Sito Mondiale della Cultura e Sito Europeo del Turismo e del Benessere. Nel far ciò abbiamo in mente sicuramente l’idea di rilanciare innanzitutto Marina di Sibari, nata come perla del turismo nell’Alto jonio e in questi ultimi anni trasformata in un non luogo. Restituiremo a Marina di Sibari il valore di un tempo, così come ai Laghi di Sibari, la Venezia del Sud, che puntiamo a rivalorizzare tenendo il Canale degli Stombi aperto tutto l’anno».

Nel programma di Papasso e del Centrosinistra anche la problematica infrastrutturale: «Cassano oggi è completamente isolata e con essa tutta la Sibaritide.  Ci batteremo per avere finalmente l’Aeroporto della Sibaritide – dice – ma anche strade di collegamento efficienti: come la strada di collegamento tra Cassano – Sibaritide ed il Pollino e come una strada veloce tra Sibari e Cosenza». Attenzione particolare anche all’ambiente: «Si a programmi e politica di tutela del territorio per dire no alla svendita dello stesso per un pugno di euro favorendo la creazione di pericolose discariche, sì invece alla raccolta differenziata».

«Nei primi sei mesi della nostra consiliatura – conclude Papasso – istituiremo il consiglio di quartiere speciale per Sibari, affinchè i sibariti non si sentano più isolati dalla vita amministrativa a Cassano e portino alla nostra attenzione i loro reali bisogni ed esigenze. Così come promuoveremo le consulte ed i consigli di quartiere in tutte le realtà locali».

v.l.c.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *