Redazione Paese24.it

Trebisacce. Con lungomare e pescherie anche il pontile punta a rifarsi il look

Trebisacce. Con lungomare e pescherie anche il pontile punta a rifarsi il look
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Pontile con mareggiataSarà ricondizionato e sottoposto a un radicale restiling il pontile di attracco dei pescherecci a Trebisacce che, seppur realizzato in cemento armato, ormai porta evidenti i segni dell’usura e le ferite inferte dalle mareggiate che assai di frequente flagellano la costa jonica sia in autunno che in inverno. Assimilando le frequenti mareggiate ad una guerra in campo aperto, in realtà il pontile è come se stesse sempre in prima linea a fronteggiare le onde del mare che, gonfiate dallo scirocco, spesso e volentieri diventano più alte dello stesso molo e si abbattono su di esso con violenza inaudita. A circa venti anni dalla sua realizzazione alcuni dei piloni che sorreggono la struttura portante, specie quelli più esposti alla violenza del mare, nonostante fossero incamiciati con una protezione in acciaio, sottoposti alla furia del mare e soprattutto alla corrosione della salsedine, si stanno sbriciolando e indebolendo per cui abbisognano di una energica cura ricostituente.

SL1SYSTEMS sponsor pag. 20Ecco allora che una parte dei 500mila euro erogati dall’assessorato regionale ad Agricoltura e Pesca e che sono destinati alla riqualificazione dell’area delle pescherie e del tratto di lungomare su cui si estende la marineria, sarà destinata alla cura delle sue ferite al ripristino del pontile che così potrà continuare a svolgere il proprio compito. Tanto più che, da quanto hanno dichiarato i tecnici progettisti ingegnere Romano e architetto Gambardella, a fianco allo stesso manufatto e per tutta la sua lunghezza sarà realizzata una banchina più bassa per essere utilizzata dalle imbarcazioni dalle barche della piccola pesca. I lavori, di cui è già pronto il progetto esecutivo, prevedono inoltre il ricondizionamento delle torrette metalliche che erogano l’acqua e la corrente elettrica ai natanti che sono state anch’esse rovinate dal mare e manomesse dai soliti vandali, così come sarà rifatta tutta l’illuminazione pubblica di servizio. Solo così il pontile potrà tornare ad essere più solido e più funzionale alle esigenze dei pescatori.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *