Redazione Paese24.it

Il ministro Lupi a Trebisacce: «La nuova Ss 106 si farà e i tempi saranno rispettati»

Il ministro Lupi a Trebisacce: «La nuova Ss 106 si farà e i tempi saranno rispettati»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Lupi a Trebisacce 1«Il 3° Megalotto Sibari-Roseto della S.S. 106 si farà e si farà rispettando il crono-programma previsto. Entro fine anno ci saranno i pareri dei ministeri Ambiente e Beni Ambientali ed il CIPE potrà così aprire i cordoni della borsa perché sono già disponibili 968milioni di euro che serviranno a dare lavoro alle maestranze ed a rompere l’isolamento della fascia Jonica della Calabria». Parola del ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi che, giunto nella cittadina jonica a distanza di circa un mese dalla sua visita in Calabria, ha confermato di aver mantenuto la parola data davanti al Prefetto di Cosenza.

«Come ministero – ha infatti aggiunto Lupi giunto a Trebisacce in compagnia del sen. Antonio Gentile, degli ex assessori regionali Pino Gentile e Michele Trematerra e della candidata zonale alle Regionali per il Nuovo Centro Destra Stefania Celeste (amministatore comunale di Villapiana, ndr) – abbiamo già dato il nostro benestare e ci impegniamo a  sollecitare con forza i pareri favorevoli dei ministeri Ambiente e Beni Ambientali perché non è possibile che per esprimere un parere debba passare altro tempo oltre i 4 anni già trascorsi.

Lupi a TrebisacceAltrimenti vuol dire non avere rispetto per i familiari delle vittime della strada della morte». Parlando poi da uomo del sud in quanto figlio di genitori abruzzesi, Lupi ha rivendicato «il lavoro svolto finora per sbloccare le opere che riguardano il Mezzogiorno che – ha detto il ministro – ha gli stessi diritti del centro-nord e le opere – ha affermato ricordando gli investimenti sulla A1 realizzata in soli 7 anni – non vanno realizzate solo dove c’è forte domanda ma anche dove questa è carente perché le infrastrutture creano la domanda». Ovviamente da uomo di partito il ministro Lupi non si è sottratto a qualche passaggio politico ricordando «il trend positivo di cui è accreditata “Alternativa popolare” di cui è capolista un esponente politico di grande caratura come Nico D’Ascola e che è sostenuta da esponenti politici maturi ma appassionati come Gentile e Trematerra e da candidati giovani e promettenti come Stefania Celeste».

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *