Redazione Paese24.it

Trebisacce, si reca al Cup per prenotare eco-dopler e scopre che il suo turno arriverà dopo due anni

Trebisacce, si reca al Cup per prenotare eco-dopler e scopre che il suo turno arriverà dopo due anni
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Eco-dopplerDue anni di attesa per poter eseguire un esame di eco-doppler di routine! E’ quanto succede nella sanità pubblica dell’Alto Jonio a un comune cittadino che si rivolge alla struttura pubblica per eseguire un semplice esame strumentale in grado di prevenire quelle patologie cardio-vascolari che molto spesso risultano fatali per l’uomo. Si tratta infatti di un esame preventivo abbastanza comune con il quale, attraverso una sonda superficiale, il cardiologo esplora la situazione anatomica e funzionale dei vasi sanguigni e del cuore del paziente, a cui si fa ricorso comunemente per prevenire affezioni cardio-vascolari. E’ successo al cittadino A. S. 63 anni, pensionato, residente a Trebisacce il quale, affetto da tempo da problemi cardio-vascolari, il 21 ottobre di quest’anno si è recato presso il CUP di Trebisacce per eseguire la prenotazione per un esame di eco-doppler prescrittogli dal cardiologo. Ebbene, l’impiegata del CUP, dopo aver controllato i tabulati, con gentilezza e con buona disinvoltura, gli ha indicato, mettendo nero su bianco, di ritornare presso il poli-ambulatorio per l’esame il 23 giugno del 2016.

Circa due anni dunque: un lasso di tempo enorme, questo, che la dice lunga sulla situazione in cui versa il servizio sanitario erogato in questo lembo di territorio abbandonato da Dio e dagli uomini. Una situazione che non deve essere molto diversa in tutto il territorio dell’ex azienda sanitaria di Rossano e che fotografa lo stato di una sanità pubblica sempre più allo sbando che finisce per incentivare il ricorso alla sanità privata, che forse è più efficace ma che è certamente più costosa. Da qui la rabbia di questo cittadino che, non sapendo verso chi imprecare per sfogare la propria indignazione, si rivolge al cronista per mandare un messaggio chiaro alla miriade di candidati che concorrono per prendere in mano le redini del governo di una regione nella quale finora la sanità è stata gestita in base al colore politico, con il risultato di generato… figli e figliastri.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *