Redazione Paese24.it

Trebisacce, Tar dà ragione a Wind. Nuovo ripetitore in arrivo? Sindaco si aggrappa ad un’ordinanza

Trebisacce, Tar dà ragione a Wind. Nuovo ripetitore in arrivo? Sindaco si aggrappa ad un’ordinanza
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

windIl Tar della Calabria, sentenziando in merito ad una controversia tra il comune e la Wind che si accingeva ad installare un ripetitore di telefonia mobile nel cuore del centro abitato, ha dato ragione alla compagnia telefonica dando praticamente torto sia al Comune che si opponeva, sia ai circa 600 cittadini che avevano firmato una petizione contro tale ipotesi, spianando così la strada alla compagnia telefonica e creando un precedente alquanto allarmante. In presenza di questo pronunciamento il sindaco Mundo ha fatto valere il proprio ruolo istituzionale e ha emesso l’Ordinanza n. 76 attraverso la quale ha sancito la sospensione di ogni attività di installazione di impianti di telefonia mobile nel territorio comunale e la contestuale sospensione di tutte le istanze presentate al comune riguardanti autorizzazioni per installazioni di impianti di telefonia mobile.

L’Ordinanza di ieri infatti nascerebbe anche a seguito della continua richiesta, da parte di gestori di telefonia mobile, di installazioni nel centro abitato di ripetitori fissi o mobili per telefonia mobile. «Vi sono diversi orientamenti – ha scritto il sindaco Mundo nel giustificare la propria iniziativa – che mettono in relazione l’esposizione prolungata ai campi elettromagnetici all’insorgenza di malattie degenerative. E’ per questo – ha concluso l’avvocato Mundo dopo aver ricordato le sanzioni amministrative previste per chi trasgredisce la normativa – che preferiamo percorrere una politica di prevenzione».

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *