Redazione Paese24.it

Champions League: c’è l’Atletico tra la Juventus e gli ottavi

Champions League: c’è l’Atletico tra la Juventus e gli ottavi
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
Sebastian Giovinco, attaccante della Juventus

Sebastian Giovinco, attaccante della Juventus

Inizia dicembre e come di consueto arriva alla sua sesta e ultima giornata la fase a gironi di Champions League, che darà i suoi definitivi verdetti: le prime due agli ottavi, la terza ripescata in Europa League e l’ultima eliminata.

Si inizia col girone A, quello della Juventus, seconda a 9 lunghezze dietro il prossimo avversario, l’Atletico Madrid, che di punti ne ha 12. Seguono Olympiakos a 6 e il Malmöe, ormai fuori, a 3. I bianconeri si giocano il tutto e per tutto in casa, contro un avversario difficile e che in Spagna ha conquistato meritatamente i 3 punti, vincendo grazie a un gol di Arda Turan. È vero anche, fanno notare gli esperti di scommesse sulla Champions League di bet365, che a Torino la Juve non ha mai perso in questa stagione, tra coppa e campionato. Sul risultato sarà influente l’esito dell’altra sfida, quella tra i greci e il Malmö: in caso di vittoria del l’Olympiakos, la squadra di Allegri passa solo se supera gli spagnoli. Sono 3 i precedenti contro gli spagnoli, e tutti a favore dei bianconeri, anche se datati: parliamo della vecchia Coppa delle Fiere stagione ’62/63 e ’63/64, un doppio 3-1 e un 1-0. Favorevole anche il bilancio complessivo contro squadre iberiche, che conta 25 precedenti con 16 vittorie per la Juventus,  7 pareggi e 2 sconfitte. Allegri ritorna al 4-3-1-2, con il ballottaggio in attacco tra Morata e Llorente fuori Coman che non ha recuperato. In difesa Padoin parte in netto vantaggio su Evra, centrocampo titolare. Per Simeone il modulo è il 4-2-3-1, con Mandzukic unico terminale, mentre gli assenti sono Ansaldi e Miranda.

Apertissimo il discorso nel girone B che, a parte il già qualificato Real Madrid che ne ha vinte 5 su 5, vede Basilea a 6 punti e Liverpool e Ludogorets a 4. Una schiaccia sassi la squadra di Carletto Ancelotti, che ha fatto fuori tutti segnando la bellezza di 12 reti e subendone solo 2; non un girone proibitivo, va detto, ma questo non abbassa il valore del Real, campione in carica e tra le favorite alla vittoria finale. Il Liverpool ospita il Basilea, nella sfida decisiva, con il Ludogorets che in Spagna tenterà il miracolo.

Situazione in bilico nel girone C, dove ci sono 3 squadre in 3 punti: Bayern Leverkusen a 9 punti, Monaco a 8 e Zenit a 7, con il Benfica ultimo a quota 4. Portoghesi a parte, le altre devono necessariamente vincere per sperare di passare. Occhi puntati su Monaco-Zenit,  all’andata terminata sullo 0-0.

Tutto deciso invece per ciò che riguarda il gruppo D, che vede il Borussia Dortmund prima a 12 punti,  l’Arsenal secondo a quota 10, l’Anderlecht a 5 e fanalino di coda il Galatasaray, che ha racimolato 1 solo punto. Disastrosa l’avventura dei turchi – 12 reti incassate e solo 2 segnate – autori lo scorso anno dell’eliminazione della Juventus di Antonio Conte grazie a un gol di Sneijder; squadra cambiata dal punto di vista della pericolosità,  uno dei motivi che ha causato l’esonero di Cesare Prandelli, al quale è succeduto Hamzaoğlu. Saranno gli inglesi a far visita in Turchia,  mentre il Borussia Dortmund,  squadra “schizofrenica” che viaggia spedita in campo europeo mentre è in zona retrocessione in Bundes Liga, ospiterà i belgi dell’Anderlecht.

M.R.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *