Redazione Paese24.it

Rossano, i precari comunali esultano: firmato un contratto di lavoro di un anno

Rossano, i precari comunali esultano: firmato un contratto di lavoro di un anno
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
Nel pomeriggio del 30 dicembre, la fatidica firma del contratto di lavoro a tempo determinato dei precari  del comune di Rossano

Nel pomeriggio del 30 dicembre, la fatidica firma del contratto di lavoro a tempo determinato dei precari del comune di Rossano

L’agognato e meritato contratto di lavoro, alla fine, è arrivato. Nel pomeriggio di martedì 30 dicembre i 150 lavoratori socialmente utili della pubblica utilità, del bacino regionale, in forza all’organico comunale di Rossano, hanno apposto la loro firma su un contratto a tempo determinato di dodici mesi a 26 ore settimanali. La firma è stata apposta dai precari, finora non contrattualizzati, nel corso di un’apposita cerimonia voluta dal sindaco Giuseppe Antoniotti tenutasi nella sala consiliare del palazzo di città, alla presenza, oltre che del primo cittadino, degli assessori al bilancio Sergio Stamile, ai servizi sociali, Giandomenico Federico, all’ambiente Natalino Chiarello e al personale Rodolfo Alfieri che ha seguito, insieme agli uffici comunali, l’intero iter burocratico per la contrattualizzazione. In sala sono intervenuti anche il segretario comunale, Nicola Middonno, il dirigente del Settore affari generali, Angelo Maria Savazzi, e i rappresentanti delle sigle sindacali. Rossano - CONTRATTI LSULPU 2

«Da oggi – ha ricordato il sindaco Antoniotti – il Comune potrà contare su una forza complessiva di 327 dipendenti. Certo, la nostra battaglia non si ferma qui. Continueremo a batterci affinché da un contratto di lavoro a tempo determinato, si possa giungere nel più breve tempo possibile alla definitiva stabilizzazione. Il governo di questa città – ha continuato il primo cittadino rivolgendosi ai nuovi dipendenti –  non ha lesinato energie affinché si giungesse ad una positiva risoluzione della vicenda ed è stata sempre vicina ai suoi precari, soprattutto nei momenti più difficili. Da oggi – ha poi concluso Antoniotti – si apre una pagina nuova nella gestione e nel governo della nostra Città. A tutti i 327 dipendenti comunali è chiesta la massima collaborazione per continuare a garantire, con maggiore impegno e determinazione, tutti i servizi ai cittadini».

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *