Redazione Paese24.it

Frascineto, dubbi su potabilità acqua. Udc chiede al sindaco di fare chiarezza

Frascineto, dubbi su potabilità acqua. Udc chiede al sindaco di fare chiarezza
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

«A Frascineto l’acqua non sarebbe potabile. Ma viene pagata dai cittadini come se lo fosse». A sostenerlo, in una lettera aperta indirizzata al primo cittadino Francesco Pellicano, è la segreteria sezionale dell’Udc, guidata da Antonio Gaetani.

«Da un anno a questa parte – ricorda il partito di Casini – la cittadinanza si trova a dover utilizzare dell’acqua torbida, mista a fango e sabbia. Al riguardo, contraddittorio s’è mostrato l’atteggiamento dell’amministrazione comunale. Che prima, il 31 marzo2011, haescluso con ordinanza l’utilizzo d’acqua a fini potabili. Quindi, il successivo 6 luglio, pur senza revocare detto provvedimento, con manifesto pubblico ha affermato la potabilità del prezioso liquido».

Ecco che la sezione locale dell’Udc si pone l’interrogativo: «La cittadinanza deve credere all’ordinanza di marzo, o al manifesto di luglio? Come mai un’amministrazione sempre attenta e sensibile ai problemi dei cittadini, si lascia sfuggire un particolare di tale importanza, quale la salute dei cittadini stessi?»

La nota si conclude con due richieste: «Dichiarare ufficialmente, con chiarezza ed atti formali, lo stato dell’acqua che sgorga dai rubinetti delle case di Frascineto. E «Considerato l’imminente invio ai cittadini delle bollette dell’acqua, applicare la riduzione del 50% alla tariffa del ruolo inerente il servizio idrico del 2011, come previsto, per l’acqua non potabile».

v.l.c.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *