Redazione Paese24.it

Emergenza maltempo, Cassano si lecca le ferite: “Danni per tre milioni di euro”

Emergenza maltempo, Cassano si lecca le ferite: “Danni per tre milioni di euro”
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Cassano fa la prima conta dei danni per il maltempo. Nel corso di una conferenza stampa. il sindaco della città dell’alto jonio, Giovanni Papasso, affiancato dall’assessore alla Protezione civile Paola Grosso, dal comandante dei Vigili urbani Pietro Atene e dal responsabile del settore tecnico comunale Nicola Bruno, ha fatto un primo bilancio dei danni causati dalla forte ondata di maltempo che ha interessato il territorio comunale negli scorsi giorni. Il primo cittadino di Cassano, dopo aver ringraziato tutti gli attori coinvolti nella gestione dell’emergenza, ha spiegato che «Secondo le prime stime, per ripristinare tutti i danni arrecati dalla forte ondata di pioggia, necessiterebbero quasi tre milioni di euro. La nostra prima preoccupazione –  ha  proseguito Papasso – è stata quella di assicurare la viabilità lungo le arterie principali e l’incolumità dei residenti di Lattughelle e delle contrade in prossimità del Crati.»

Il sindaco ha anche chiarito che «La pioggia ha distrutto parte della rete stradale di contrada Fiego, dove è saltato un tratto appena rifatto e che è costato 40.000 euro. Danneggiate anche altre strade comunali. Di fronte a ciò capiamo che forse in passato è stato manomesso il territorio e l’acqua non riesce ad essere assorbita più del terreno».

«Tutto quello che potevamo fare – ha concluso il sindaco di Cassano – per il rischio idrogeologico e sismico per il territorio lo abbiamo fatto, ma di fronte alle emergenze e con poche risorse lavoriamo in solitudine. Il nuovo complesso polifunzionale delle Grotte di Sant’Angelo è destinato a chiusura perché  sono state rivelate delle frane che ne compromettono la stabilità e la sicurezza».

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *