Redazione Paese24.it

Diamante, ordigno esplosivo in una scuola. Arrestati due ex studenti

Diamante, ordigno esplosivo in una scuola. Arrestati due ex studenti
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
carabinieri-artificieri-latina-487652332

Repertorio

Avevano confezionato un ordigno esplosivo “micidiale” collegando una bombola di gas ad un congegno di innesco artigianale, e lo avevano posizionato, di notte, all’interno di un bar dell’Istituto Tecnico per geometri e ragionieri “Giovanni Paolo II” di Diamante, dopo aver forzato la porta di ingresso. Il rinvenimento era avvenuto lo scorso 10 dicembre 2014, quando sul posto intervennero i Vigili del Fuoco di Scalea e la squadra Artificieri-Antisabotaggio del Comando Provinciale di Cosenza che disinnescarono l’ordigno, evacuando parte dello stabile.

Due ex studenti di 20 anni sono stati sottoposti agli arresti domiciliari alle prime luci di questa mattina (4 febbraio) in ottemperanza ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Paola con l’accusa di fabbricazione e porto di ordigno esplosivo micidiale e disastro doloso in concorso.

Il provvedimento è stato emesso al termine di una serrata indagine condotta dai Carabinieri della Compagnia di Scalea e della Stazione di Diamante che hanno permesso di identificare gli autori del gesto. Secondo gli inquirenti le motivazioni sarebbero riconducibili ad una vendetta nei confronti del gestore del bar che aveva denunciato i due giovani per furto di un portafoglio avvenuto tempo fa (nel 2014) nel locale.

 Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *