Redazione Paese24.it

Amendolara, presentata Nuova Polisportiva. Entusiasmo e tanti progetti per ridare voce allo sport

Amendolara, presentata Nuova Polisportiva. Entusiasmo e tanti progetti per ridare voce allo sport
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Una serata di sport ad Amendolara. Una vetrina per la neonata polisportiva che parte con tanti buoni propositi ed entusiasmo. La Nuova Polisportiva Amendolara si è presentata nel corso di un’assemblea martedì sera nella sala consiliare alla presenza dell’Amministrazione comunale e del presidente provinciale del Coni Giuseppe Abate.

Un’iniziativa voluta dai giovani per i giovani e che vede il coinvolgimento di Gianluca Gioia in qualità di presidente e di Massimiliano Zaccaria come segretario, coadiuvati nell’organizzazione dell’evento da Domenico Basile (socio polisportiva) e che hanno trovato sin da subito l’appoggio del consigliere delegato allo Sport Luigi Salavatore e dell’Amministrazione tutta. Nel corso della serata è stato insignito della tessera di presidente onorario, il cavalier Giuseppe Gentile, una delle bandiere del calcio amendolarese che ha tracciato nel corso del suo intervento un vero excursus sulla squadra di calcio locale che tante soddisfazioni diede ai suoi concittadini negli anni ’60.

Ma la NPA (Nuova Polisportiva Amendolara) vorrà puntare anche e sopratutto su quegli sport considerati erroneamente minori come la pallavolo, il tennis, la pallacanestro, il nuoto, la vela. «Aggregazione sociale e benessere fisico», questo il binomio vincente secondo il giovane presidente Gioia. Numerosi gli ospiti presenti: dal presidente del comitato regionale Federazione Italiana Tennis, Giuseppe Lappano al vice presidente provinciale del Centro Sportivo Italiano, Saverio Cersosimo. Dal maratoneta villapianese (ma originario di Plataci) Silvio Minervini, 16^ alla maratona di Los Angeles del 1987 e per più anni tra i primi trenta italiani della categoria, al ciclista amendolarese Sandro de Gennaro, campione regionale dilettanti. Dal direttore sportivo della Desetacasa Volley Cosenza (serie B2 maschile), Eugenio Perri a Pasquale Golia, giornalista de La Gazzetta dello Sport.

Tutti gli interventi, moderati dal giornalista Vincenzo La Camera, si sono snodati su un identico filo conduttore: la necessità di promuovere lo sport come palestra di vita nei piccoli comprensori. Ma a questo importante fattore morale deve aggiungersi quello strutturale. «I giovani devono essere messi nelle condizioni di poter usufruire di impianti adeguati – ha rimarcato il presidente provinciale Coni, Abate -. Per poter praticare l’attività fisica in assoluta sicurezza». A tal proposito il sindaco di Amendolara Antonello Ciminelli ha assicurato che al più presto tornerà agibile il campo da calcio e verrà resa funzionale la pista di pattinaggio presso il centro sportivo di contrada Russo, tra la Marina e il Paese. Ma anche il Centro Velico, messo in cantiere dalla passata amministrazione, presto potrebbe essere fruibile.

Una serata di buoni propositi che apre le porte allo sport, quello giocato e organizzato, e di cui i ragazzi e le ragazze di Amendolara sentono da tanto tempo la mancanza.

Vincenzo La Camera

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *