Redazione Paese24.it

Francavilla. Amore malato e femminicidio in un ebook. Un assassino, la vittima e un cane come “testimone”

Francavilla. Amore malato e femminicidio in un ebook. Un assassino, la vittima e un cane come “testimone”
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
La copertina dell'ebook

La copertina dell’ebook

“L’amore, amore malato ma anche amore vissuto intensamente, anche con paura, anche con dolore, ma capace di dischiudere un’esistenza completamente nuova. Poi c’è l’affascinante tema del doppio e poi paure, tradimenti, stranezze che invadono vite inquiete e solitarie”. Tutto questo è la nuova opera di Bonifacio Vincenzi, fondatore e direttore culturale de “Il Musagete”, Istituto culturale della Calabria che ha sede a Francavilla Marittima, nella versione ebook (Panesi edizioni), disponibile in tutte le librerie online dal 10 febbraio.

“Testimone un cane e altri racconti” è il titolo della raccolta di nove brevi che affronta il tema dell’amore malato e del femminicidio, di cui solitamente nessuno è testimone. Anche in questo caso non ci sono testimoni e prove certe. Ma ci sono degli occhi “indiscreti”. Quelli del cane della vittima, con cui l’assassino dovrà fare i conti. Dopo il successo dei primi due e-book Shakira – Uno sguardo dal cuore L’apprendista Babbo Natale, Vincenzi affronta il mondo dei sentimenti e delle loro mille sfaccettature.

«Nel 2014 nel nostro paese – spiega l’autore del nuovo romanzo – c’è stata una donna uccisa ogni tre giorni. A commettere queste efferatezze non è mai un assassino seriale, ma il fidanzato, il marito, il convivente della vittima. Ed è proprio l’amore malato la causa della scomparsa di Angela. Almeno così pensano gli inquirenti e sono anche convinti che la donna sia stata uccisa. Non ci sono però testimoni né prove certe per risolvere il caso. Quello che gli inquirenti ignorano, però, è che la vittima e l’assassino non erano soli. C’era un testimone con loro, un testimone che ha visto tutto: il cane di Angela. Un testimone completamente inutile all’accusa. Nessun tribunale ne avrebbe mai tenuto conto. Nessun tribunale, ma non l’assassino!»

 

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *