Redazione Paese24.it

Cassano, continua il tour elettorale di Papasso. Il «rilancio del centro storico» in evidenza

Cassano, continua il tour elettorale di Papasso. Il «rilancio del centro storico» in evidenza
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Il Municipio di Cassano Jonio

Prosegue il tour, a Cassano, delle  manifestazioni elettorali di presentazione delle liste a sostegno del candidato sindaco del centrosinistra unito Giovanni Papasso. L’ultima ad essere presentata in ordine di tempo è stata la civica, “Per Amore di Cassano”. Location della manifestazione, il ristrutturato  “Palazzo Viafora”, nel cuore del centro storico.

Presentati nell’occasione i candidati della lista alcuni dei quali, Eduardo Arcieri, Francesco Praino, Salvatore Guzzo e Guido Turato, in una loro breve testimonianza hanno spiegato le ragioni per le quali hanno deciso di non restare alla finestra ma di partecipare a questa contesa elettorale animati da tante motivazioni e con la convinzione di mettersi a disposizione della città e di tutto il territorio. Ma soprattutto, hanno fatto rilevare, che pur non riconoscendosi in un partito, perché hanno trovato nel progetto politico del centrosinistra unito, la spinta propulsiva giusta per costruire una città nuova in grado di offrire a quanti vi abitano e ai giovani, una prospettiva di crescita e di sviluppo.

“Sono particolarmente orgoglioso e felice anche di questa lista civica, “Per amore di Cassano”, formata da persone rispettabili, da professionalità serie e stimate che credono fortemente nel nostro progetto di governo” – ha commentato Papasso.

La location prescelta per l’incontro ha dato la stura a Papasso per soffermarsi sull’impegno che il centrosinistra unito intende profondere per il centro storico di Cassano, “fra i più belli ed interessanti della Calabria che va, ha detto, tutelato e promosso, per mantenere intatta l’identità ed il valore  culturale. Occorre pensare, ha aggiunto, a politiche mirate per ridare decoro ai  vicoli, alle piccole agorà, ai Palazzi gentilizi, alle Chiese e ai Conventi. Si dovrà pensare seriamente a favorire il ritorno nel centro storico, sia dei nuclei familiari che delle attività artigianali e commerciali, prevedendo per questo settore  incentivi quali l’esenzione dal pagamento dei tributi comunali per cinque anni”.

Leonardo Guerrieri

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *