Redazione Paese24.it

Trebisacce, Mundo scrive al Presidente della Provincia: “Evitare altri tagli nel settore trasporti”

Trebisacce, Mundo scrive al Presidente della Provincia: “Evitare altri tagli nel settore trasporti”
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

pullman_interno2Il comune di Trebisacce chiede alla Provincia di evitare altri tagli al settore dei trasporti. Una nota, infatti, inviata dal settore Trasporti della Provincia ha messo in preallarme il primo cittadino di Trebisacce, Francesco Mundo, che ha preso carta e penna per scrivere al Presidente dell’Ente, Mario Occhiuto, per chiedere di evitare ulteriori tagli al sistema della mobilità.

«Pur condividendo – ha scritto Mundo – la necessità di avviare un processo di revisione del Piano dei trasporti per avere maggiore efficienza ed economicità, sento l’esigenza di esprimere le mie forti preoccupazioni e perplessità circa possibili intese tra comuni limitrofi  per una maggiore efficienza e razionalizzazione delle risorse, non per la mancanza di volontà politica, quanto soprattutto per la mancanza di risorse economiche  necessarie. Molti  comuni non possono garantire neanche i servizi essenziali primari, per cui attingere a proprie risorse per i servizi pubblici di trasporto, urbani e interurbani, diventa oltremodo impossibile».

Mundo ha anche puntualizzato che «la Regione Calabria, già nel decorso anno, ha tagliato fondi e soprattutto corse di servizio pubblico, alimentando di fatto una  marginalizzazione dei comprensori periferici e montani, alle cui popolazioni  è stata negato il diritto costituzionale alla mobilità. Pertanto – ha concluso Mundo – pur condividendo la necessità di un confronto costruttivo, ritengo opportuno e necessario eliminare dalla proposta di partenza l’opportunità di gravare i bilanci dei comuni di ulteriori oneri per sostenere il trasporto pubblico urbano e interurbano, ma soprattutto evitare ancora tagli per quello interurbano».

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *