Redazione Paese24.it

Rossano, al via il corso provinciale di Polizia ecozoofila

Rossano, al via il corso provinciale di Polizia ecozoofila
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Guardia ecozoofilaIl centro storico di Rossano ospiterà il corso di formazione provinciale 2015 per le aspiranti guardie volontarie di Polizia ecozoofila. Il corso, della durata di due mesi, si terrà nei locali di Palazzo San Bernardino, avrà inizio il prossimo sabato 28 febbraio 2015 e sarà aperto a tutti i cittadini, di entrambe i sessi, che vogliono dedicarsi a questo importante attività di volontariato. Il corso per la formazione di nuove guardie di Polizia ecozoofila e Protezione civile si prefigge l’obiettivo principale di formare cittadini e volontari, di entrambe i sessi, che intendono informarsi e prodigarsi attivamente per la tutela degli animali e la salvaguardia dell’ambiente. Per l’ammissione alla selezione, l’aspirante dovrà presentare entro il prossimo giovedì 26 febbraio 2015 apposita domanda di iscrizione al corso, con allegati: copia del documento di identità e codice fiscale, certificato di cittadinanza, di residenza e dello stato di famiglia, certificato penale dei carichi pendenti e certificato del casellario giudiziale penale, certificato medico di sana e robusta costituzione, due fotografie formato tessera, copia titoli di studio ed eventuali attestati posseduti, copia congedo militare o esonero (solo per il sesso maschile), copia del versamento di Euro 25,00, da effettuare sul c.c.p. n.1013904 intestato ad Anpana-Oepa – Sezione provinciale di Cosenza, Via Gramsci, 87037 San Fili (Cs). Causale: iscrizione corso guardie ecozoofile 2015 – quota associativa e assicurativa per l’anno 2015.

«Un’iniziativa eccellente – ha dichiarato l’assessore al ramo di Rossano, Natalino Chiarello – che già a partire dalla prossima estate ci consentirà di avere il supporto valido e qualificato di guardie volontarie che sosterranno gli uffici comunali e la Polizia municipale nel controllo del territorio».

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *