Redazione Paese24.it

Sangineto, coppie di coturnici liberate in montagna. Un progetto per salvaguardare questi uccelli

Sangineto, coppie di coturnici liberate in montagna. Un progetto per salvaguardare questi uccelli
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Ventidue coppie di coturnici sono state liberate nelle montagne fra Sangineto e Sant’Agata d’Esaro dagli Agenti del Corpo Forestale dello Stato, stazione di Sangineto, in collabborazione con gli agenti della Polizia Provinciale di Cosenza, del dott. Giuseppe Raimondi responsabile del progetto, e di alcuni cacciatori del circolo di Sant’Agata d’Esaro. Delle ventidue coppie, una era di richiamo ed è stata lasciata in voliera per il periodo riproduttivo. Per i cacciatori era presente il presidente Lombardi.

Il progetto mira a salvaguardare l’Alectoris graeca graeca, nome scientifico della coturnice, sottospecie endemica, tutelata dalla Direttiva Uccelli europea. Questo intervento è prioritario per la conservazione della specie. La popolazione di questi uccelli è distribuita in alcune aeree circoscritte sia nei monti della Catena Costiera Calabra, nelle aree Parco e in riserve naturali protette.

Il progetto è stato avallato dal presidente  della Provincia, Oliverio, e dall’assessore alla Caccia e allo Sport, Biagio Diana, e mira a salvaguardare le specie a rischio di estinzione. Il progetto è partito nel mese di gennaio con la collaborazione di alcuni cacciatori che hanno censito le specie della zona.

Rosanna Angiulli

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *