Redazione Paese24.it

Cassano, centrosinistra si compatta. Parte la campagna elettorale di Papasso

Cassano, centrosinistra si compatta. Parte la campagna elettorale di Papasso
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Apertura della campagna elettorale nell’aula consiliare “G. Bloise” di Cassano Jonio per il centrosinistra unito che sostiene la corsa a sindaco di Gianni Papasso (nella foto).

“Noi, abbiamo già vinto, ha sottolineato Papasso, perché siamo riusciti a mettere insieme tutto il centrosinistra superando le divisioni del passato e recuperando persino rapporti da un punto di vista umano come nel caso di Rosetta Console con la quale siamo ora più vicini che mai”. Una ritrovata unità sostanziale suggellata dal Presidente della Provincia Mario Oliverio che ha chiuso la manifestazione cui sono intervenuti tra gli altri: l’europarlamentare Mario Pirillo, i parlamentari Franco Laratta e Cesare Marini, il consigliere regionale Carlo Guccione, gli assessori provinciali Leonardo Trento, Giuseppe Aieta e Giovanni Forciniti, il consigliere provinciale Pierino Lopez, il presidente del “Parco del Pollino” Pappaterra, gli ex parlamentari  Aloise, Mundo e Pignataro. Presenti anche i dirigenti regionali, provinciali e locali dei partiti della coalizione e i 112  candidati delle sette liste. La convention cassanese del centrosinistra è stata scandita dagli interventi  di Luigi Garofalo del PSDI, Mario Caligiuri per IDV, Mario Melfi per SEL,  Sonia Gradilone del PSI, del parlamentare Franco Laratta, dell’europarlamentare Mario Pirillo.

La parola è passata poi al candidato sindaco Papasso il quale nel suo intervento, ha detto che a Cassano sta sbocciando una nuova primavera grazie a questi uomini ed a queste donne che in prima persona sono scesi in campo, mettendoci la faccia, per avviare un modo nuovo di amministrare”. Intervento al fulmicotone quello infine del Presidente della Provincia Mario Oliverio che non ha risparmiato stoccate al centrodestra: “Cassano  non vuole un sindaco che la mattina prima di andare in Comune deve passare per le succursali di potere o che debba prendere ordini da qualcun altro. Cassano ha bisogno di un sindaco autonomo, come Giovanni Papasso che vuole governare la città senza condizionamenti dall’alto.  Siamo stanchi, ha aggiunto, delle bugie del centrodestra, di Scopelliti e di quanti lo sostengono anche a Cassano”.

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *