Redazione Paese24.it

Cassano, atti vandalici al Liceo. Papasso: «Forse qualcosa in più di una semplice ragazzata»

Cassano, atti vandalici al Liceo. Papasso: «Forse qualcosa in più di una semplice ragazzata»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Uno scorcio di Cassano Jonio

Ancora atti vandalici al Liceo “Satriani” di Cassano Jonio. E’ da un po’ di tempo, infatti, che ignoti si accaniscono contro la scuola della Città delle Terme. Questa volta pare siano state allagate alcune aule, tanto da rendere necessaria questa mattina (mercoledì)una riunione urgente – da quello che si è appreso – tra la dirigenza scolastica, i genitori, l’Amministrazione comunale e le forze dell’ordine per provare a venire a capo di questi spiacevoli episodi.

Sull’accaduto è intervenuto anche il candidato a sindaco per il Centrosinistra, Gianni Papasso, che stigmatizzando il grave atto ha dichiarato che «il gesto potrebbe anche andare oltre la semplice ragazzata. Il nostro sostegno incondizionato  – ha continuato – va a tutti quei ragazzi cassanesi che si ribellano all’illegalità».

Papasso rammenta che «questi atti vandalici vengono effettuati sempre in questo istituto (in passato ignoti avevano versato creolina negli ambienti scolastici, ndr)e lascia dunque presumere che sia stato preso di mira e che vadano al di là delle mascalzonate. Non è che dietro a simili gesti delinquenziale ci sia qualcosa di più grave? – si chiede l’esponente socialista -. E’ una situazione a mio parere allarmante che necessita di approfondimenti seri».

In conclusione Papasso invita la Dirigente scolastica Foti a continuare a portare avanti il suo percorso educativo nella scuola. E ancora propone l’istituzione di un presidio di sorveglianza permanente presso il “Satriani” e al contempo il candidato sindaco ha chiesto «indagini a tutto campo da parte delle istituzioni competenti per fugare ogni dubbio che a questo punto si appalesa grave».

Vincenzo La Camera

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *