Redazione Paese24.it
COMMENTI

Rende. Chiedono il “pizzo” a imprenditore, due arresti

Rende. Chiedono il “pizzo” a imprenditore, due arresti
Diminusci Dimensioni Aumenta Dimensioni Dimensioni Testo Stampa Articolo
Download PDF

Due persone in manette, a Cosenza, per il reato di tentata estorsione in concorso aggravata dal metodo mafioso. Nella primissima mattinata di oggi (giovedì 2 aprile ndr), i militari del Comando Provinciale dei carabinieri di Cosenza, hanno fermato, su esecuzione di un provvedimento emesso dalla Direzione distrettuale Antimafia di Catanzaro, il 44enne F. C. D. L. e il 44enne M. C., entrambi vicini a una cosa della ‘ndrangheta attiva nel capoluogo bruzio e provincia.

Le indagini, svolte dai militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale carabinieri di Cosenza e del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Rende, hanno evidenziato che i due arrestati, entrambi pregiudicati, avrebbero minacciato un imprenditore edile di Rende, raggiungendolo in un cantiere dove stava realizzando dei fabbricati e imponendogli il pagamento del “pizzo”. I due, inoltre, avrebbero “esortato” la vittima a “mettersi a posto” con i pagamenti. Gli arrestati si trovano ora nella casa circondariale di Cosenza.

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *