Redazione Paese24.it

Cassano, giovani cantautori protagonisti del “Premio Pierangelo Bertoli”

Cassano, giovani cantautori protagonisti del “Premio Pierangelo Bertoli”
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Salvatore Mazzei e Blindur volano in finale

Download PDF

Grande successo al Teatro Comunale di Cassano che ha ospitato le selezioni finali per il sud Italia per la terza edizione del “Premio Pierangelo Bertoli” per giovani cantautori. Nove i musicisti, provenienti per lo più dalla Calabria, ma anche da Campania e Puglia, che si sono sfidati sulle tavole del comunale a suon di note e chiave di violino, mixando gli stili più disparati accompagnati da chitarre, benjo, batterie e antichi strumenti.  La giuria, attenta e qualificata, ha premiato Salvatore Mazzei di Castel Silano (KR) con il brano “A Briganta” composto in dialetto calabrese e il napoletano Blindur con la canzone “Foto di Classe” piena di effetti speciali musicali. I due voleranno direttamente a Modena per la selezione finale di uno dei concorsi italiani che sta contribuendo a scrivere la storia del cantautorato italiano. La città delle Terme ha presentato una sua concorrente, la lauropolitana Sandra Graniti, con il brano “Regina Nessuno” arrivata seconda alla finale lo scorso anno ma che quest’anno non ha toccato il podio.

Ospite della serata l’immancabile Alberto Bertoli e la band de “I Giullari” che si sono esibiti in un tour di canzoni alternate tra gli intramontabili successi dell’indimenticato Pierangelo da “Spunta la luna dal monte”,  “Pescatore”, “A muso duro” e i brani dello stesso Bertoli Junior ormai famosi e conosciuti dai suoi fans come “La statale 106” dedicata proprio a quella che lui considera la sua terra di adozione: la Calabria. La città delle Terme, come location delle fasi preliminari del Premio dedicato al cantautore sassolese, è stata scelta direttamente dalla cabina di regia del Premio Pierangelo Bertoli. Impeccabile l’organizzazione curata nei minimi dettagli portata avanti dal Fan Club Bertoli di Lauropoli, il primo ufficialmente riconosciuto nel Sud Italia, che instancabilmente ha collaborato con l’Arci Modena del presidente Mirco Pedretti, l’associazione Montecristo, i comuni di Modena e di Sassuolo. La serata è stata trasmessa nell’etere da TeleLibera Cassano, TeleBlu e Radio Arbeshe International. Felici per la riuscita gli organizzatori che tramite il fans club sono riusciti a far varcare a Cassano le soglie della Calabria per quanto riguarda i talenti musicali. Ad aver appoggiato l’iniziativa l’amministrazione comunale che per mezzo del primo cittadino, Giovanni Papasso si è detto felice della scelta caduta su Cassano ha dichiarato “che ci onora e riempie di orgoglio, a dimostrazione che la Città di Cassano All’Ionio, è un comunità che, anche fuori dai confini locali e regionali, suscita interesse per la sua riconosciuta storia e competenze nel campo delle tradizioni artistiche e musicali”.

Caterina La Banca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *