Redazione Paese24.it

Rossano, da piccoli si impara meglio. Alunni a scuola di riciclo

Rossano, da piccoli si impara meglio. Alunni a scuola di riciclo
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Porte aperte agli studenti nell’impianto di stoccaggio e selezione di Ecoross. L’azienda che si occupa della raccolta di rifiuti nel territorio rossanese ha aderito all’iniziativa “Riciclo aperto”, promossa da Comieco, il consorzio nazionale per il recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica.

Trecento gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, provenienti da Rossano, Corigliano e Cassano allo Jonio, che durante i tre giorni di “porte aperte” della filiera del riciclo della carta, hanno visitato l’impianto di selezione e stoccaggio dell’azienda Ecoross, osservando da vicino le modalità  con cui vengono separate le varie tipologie di rifiuti e preparate per le successive tappe della filiera, scoprendo anche come il rifiuto si trasforma in risorsa. Tredici complessivamente le classi partecipanti, provenienti dall’Istituto Tecnico Industriale “E. Majorana” di Rossano, dalla scuola primaria “Rodari” di Corigliano e da istituti primari e secondari di primo grado di Cassano allo Jonio. All’iniziativa hanno preso parte anche gli assessori all’ambiente di Rossano Natale Chiarello, di Corigliano Marisa Chiurco e di Villapiana Stefania Celeste, i quali hanno evidenziato l’importanza del rispetto dell’ambiente per garantire un futuro migliore alle nuove generazioni.

Gli studenti, accolti durante le tre giornate dal procuratore di Ecoross Eugenio Pulignano, dall’amministratore unico Walter Pulignano, dalla professoressa Cinzia Traino, dalla consulente Ecoross Angela Celestino e dalla operatrice Comieco Simona Galoppo, hanno avuto modo di osservare da vicino il percorso dei rifiuti dopo la separazione a casa e a scuola. I piccoli visitatori  accompagnati dall’ingegnere Salvatore Aloe, responsabile dell’impianto, hanno poi visitato l’impianto di selezione e stoccaggio per osservare le  tecniche di separazione e imballaggio nonché le ricadute positive che comporta la raccolta differenziata dei rifiuti.

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *