Redazione Paese24.it

Da Rossano a Cariati, Guardia costiera sulle tracce dei pescatori abusivi

Da Rossano a Cariati, Guardia costiera sulle tracce dei pescatori abusivi
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Sullo Jonio cosentino è caccia aperta a coloro che praticano la pesca illegale del novellame di sardina. In particolare, la capitaneria di porto di Corigliano Calabro, a seguito di una serie di controlli effettuati maggiormente nelle prime ore della mattinata, ha sequestrato, in tre distinte operazioni (a Rossano, Cariati e Calopezzati) oltre 20 chili di novellame di sarda appena sbarcati, nonché le reti da pesca di tipo sciabica con le quali erano stati catturati.

Le operazioni sono state effettuate, precisamente, in contrada Zolfara a Rossano, al porto di Cariati e a Fiumarella di Calopezzati. Continua, quindi, l’attività di vigilanza, da parte dei militari della Guardia costiera, lungo il litorale dello Ionio cosentino, finalizzata alla salvaguardia delle risorse ittiche e alla tutela dell’ecosistema marino. Dall’inizio dell’anno, per inciso, i sequestri in materia di pesca sono stati 9 per complessivi 238 chili di prodotto ittico.

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *