Redazione Paese24.it

Invasioni digitali a Cerchiara. Tra musica e storia al gusto del pane

Invasioni digitali a Cerchiara. Tra musica e storia al gusto del pane
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

E’ iniziata tre anni fa con la prima edizione ed ora le “Invasioni digitali” riscuotono sempre più successo. Quest’anno anche Cerchiara risponderà all’appello degli invaders che, muniti di smartphone, tablet e fotocamere, andranno alla scoperta delle bellezze e tipicità del paese per poi diffonderle attraverso i principali social network, utilizzando i seguenti hashtag: #invasionidigitali; #IonioPollino; #InvadiCerchiara. La manifestazione è partita in tutta Italia lo scorso 24 aprile e proseguirà fino al 3 maggio.

A Cerchiara l’iniziativa è promossa con il patrocinio dell’Amministrazione comunale (guidata da Antonio Carlomagno), il coordinamento di Startup Calabria e la collaborazione di Antonio Santagada, Segiasa Servizi Turisti, Cerchiara Adventure e Panificio Mauro.

Domenica (2 maggio) si partirà nel pomeriggio, alle ore 15, per una giornata dedicata a storia, enogastronomia e musica. Da Palazzo Pignatelli gli invasori si sposteranno in paese per visitare Palazzo Stigliani, il Museo del Pane, il Panificio Mauro, i vicoli del Castello, gli archi e le torri del Pertusillo, Palazzo Pistocchi, Palazzo Rovitti e il Chiostro di S. Antonio. Al termine del tour, gli invasori potranno gustare i prodotti del territorio, primo tra tutti il famoso pane di Cerchiara. Gli stands enogastronomici saranno allestiti presso Piazza Padre Antonio e (in caso di pioggia) presso Palazzo Rovitti.

A seguire, nel centro storico, un concerto di musica jazz, organizzato in collaborazione con Sergio Gimigliano e il Calabria Jazz Meeting. Ad esibirsi Alessandro Guido, accompagnato da Fabio Guagliardi, Rocco Riccelli e Alessio Sisca, che suonerà il suo “Inner Circle”, il disco d’esordio jazz e l’ultimo di una serie di produzioni variegate che uniscono stili e generi musicali differenti: si spazia dal rock al pop, al lounge, in una ventina d’anni. La sperimentazione sembra essere il leitmotiv della formazione: lo stile jazz abbraccia venature funky e fusion, reinventandosi in un nuovo linguaggio artistico originale e innovativo-digitale.

Federica Grisolia

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *