Redazione Paese24.it

A Trebisacce sventola la Bandiera Blu

A Trebisacce sventola la Bandiera Blu
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

L’estate ormai bussa alle porte e la cittadina jonica anche per il 2015 potrà fregiarsi della prestigiosa Bandiera Blu. Solo ieri, infatti, dopo le indiscrezioni circolate nei giorni scorsi, è arrivata l’ufficialità: la cittadina jonica ha fatto il bis e anche quest’anno potrà fregiarsi dell’importante vessillo internazionale assegnato dalla FEE (fondazione per l’educazione ambientale) alle località marittime d’eccellenza.

Mai viaggio a Roma fu gradito come quello di ieri per il primo cittadino Franco Mundo convocato per la consegna ufficiale del prestigioso vessillo, perché erano in tante le Cassandre che vaticinavano il ritiro della Bandiera Blu conquistata l’anno scorso per la prima volta nella storia di questa comunità. Ad accompagnarlo il vice-sindaco Andrea Petta, il presidente del consiglio Saverio La Regina e Mario Stellato, nelle vesti di albergatore del luogo e di ambasciatore del gemellaggio con la città argentina di Santa Maria che certamente condividerà con Trebisacce la soddisfazione di questo ambito traguardo.

Confermata la conquista della Bandiera Blu anche dalle altre tre spiagge calabresi Cirò Marina e Torre Melissa (KR) e di Roccella (RC), tutte sullo Jonio nonostante l’Arpacal si sia affannata a decretare nei giorni scorsi ‘l’eccellenza’ delle acque del Tirreno cosentino, che invece ogni anno d’estate, puntualmente, fanno registrare le lamentele di bagnanti e turisti.

La Liguria ha conquistato il primo posto con 23 località premiate. Al secondo posto la Toscana con 18 e al terzo le Marche con 17. Sono poche, davvero poche, invece, le spiagge calabresi premiate a fronte di una regione che può vantare il maggior numero di chilometri di coste dopo la Sicilia. Segno evidente che c’è tanto da impegnarsi per recuperare il gap e fare della Calabria una meta ambita del turismo italiano e straniero.

Per la cittadina jonica ci sarà tempo e modo per festeggiare e per legittimare l’assegnazione dell’impegnativo riconoscimento. «Il lavoro – ha opportunamente dichiarato il sindaco Mundo da Roma – inizia ora, con la speranza che ci sia la collaborazione di tutti».

Pino La Rocca

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *