Redazione Paese24.it

Castrovillari, PLL. Lo Polito: «Chi semina prima o poi raccoglie»

Castrovillari, PLL. Lo Polito: «Chi semina prima o poi raccoglie»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

In pieno clima elettorale a Castrovillari, Mimmo Lo Polito, candidato a sindaco del Centrosinistra, torna sui risultati ottenuti dalla sua ex Amministrazione (bruscamente interrotta dalle dimissioni di nove consiglieri) e, precisamente, allo scorso dicembre 2013, quando il progetto denominato “Neos POL.J.S.” si classificò primo a livello regionale. Un’operazione che coinvolse 89 partner, tra cui 59 Comuni, 3 ex comunità montane – Pollino/Alto Jonio/Alto Tirreno, l’Ente Parco del Pollino, il Distretto Agroalimentare di qualità, il COTAJ, la Diocesi di Cassano all’Jonio, con un’estensione territoriale che abbraccia i due mari Jonio e Tirreno, passando per Castrovillari, comune capofila, concretizzando così il sogno politico del “Filo Rosso”.

Esattamente dopo circa un anno e mezzo dalla data pubblicazione della graduatoria definitiva, sul BURC n. 29 del 05/05/2015, compare il primo avviso afferente l’Azione 5- Voucher per la buona occupabilità, che si inserisce nell’ambito della fase 2 prevista dai PLL (Piani Locali per il Lavoro). La Regione Calabria, infatti, in occasione della manifestazione Expo Milano 2015, con la finalità di promuovere e valorizzare presso gli operatori economici esteri, che visiteranno  il Padiglione Italia, le sue filiere locali d’eccellenza, pubblica l’avviso per il finanziamento di “Piani individuali di avviamento al lavoro nell’ambito della manifestazione Expo Milano 2015”, con l’obiettivo di intercettare giovani altamente qualificati, cui consentire di espletare attività di tirocinio formativo extracurriculare e attività di studio/ricerca della durata complessiva di tre mesi, in coerenza con i profili professionali funzionali ai due diversi settori: agroalimentare e turismo/internazionalizzazione, richiesti dai PLL selezionati dalla Regione.

Al termine del tirocinio formativo, i giovani potranno beneficiare, previa verifica della disponibilità economiche a valere sui fondi del Piano di Azione Coesione, dell’avviso pubblico relativo alle restanti quattro azioni che completano i PLL: dote occupazionale per i giovani calabresi; incentivi ai datori di lavoro per l’inserimento di nuove unità produttive; contributi alle aziende per la formazione degli apprendisti; promozione dell’autolavoro o micro-impresa.

«Abbiamo costruito nel tempo l’opportunità reale di investire sulle giovani leve, perché siano esse le colonne portanti del “nuovo” sviluppo regionale, una crescita che punti tutto sulle autentiche vocazioni territoriali. Questo è un primo importante tassello del puzzle, il cui disegno complessivo è parte integrante di Verticalia – dichiara Lo Polito. Un’occasione unica per i nostri giovani locali, che nel panorama nazionale e internazionale potranno ritagliarsi una vetrina che li avvantaggi nell’espletamento delle proprie attitudini professionali, un trampolino di lancio per una regione che stenta a decollare sotto il profilo socio-economico».

Federica Grisolia

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *