Redazione Paese24.it

Calabria isolata. Viadotto di Laino non riapre per l’estate

Calabria isolata. Viadotto di Laino non riapre per l’estate
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

«Dopo le ultime esternazioni della Procura è tutto più evidente. Salterà l’estate con gravi danni per le merci, per la mobilità e per il turismo calabrese». Ad esprimere preoccupazione sul ripristino del viadotto Italia, nel comune di Laino Borgo, è ancora una volta la Cgil Calabria e comprensoriale Pollino-Sibaritide-Tirreno. «Non sarà facile – si legge in una nota stampa – né semplice ripristinare nell’immediato il viadotto. Le preoccupazioni della Procura e dei suoi tecnici hanno sfatato l’illusione dell’Anas, del Governo e anche del presidente della Regione che tutto potesse tornare alla normalità nel breve periodo e che bisognasse scontare solo qualche disagio e in tempi veloci».

Un quadro difficile quello segnalato dai sindacati: «Un Governo che non sa che pesci prendere, il ministro Delrio impegnato in altre faccende». Tutto a spese della Calabria e della Sicilia sempre più isolate. «Il presidente della Giunta regionale – continua la nota – ha il dovere di convocare urgentemente i tecnici, le associazioni imprenditoriali e le parti sociali per fare il punto sulla situazione e vedere quali misure alternative mettere in campo. In assenza di ciò si assume una grave responsabilità politica».

La Cgil assicura che «si attiverà con le istituzioni locali per concordare un programma di iniziative comuni. I lavoratori edili e i lavoratori calabresi – conclude – hanno consapevolezza profonda di ciò che accade e si impegneranno per risolvere questo grave problema di interesse generale e contrastare il serio abbandono della Calabria e del sud da parte del Governo».

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *