Redazione Paese24.it

Anche Pippo Franco in preghiera per la Madonna di Crosia

Anche Pippo Franco in preghiera per la Madonna di Crosia
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Ventotto anni. Tanto è il tempo che è passato dalle presunte apparizioni della Madonna della Pietà di Crosia a due giovani crosioti. Un evento che è ancora ben impresso nella mente dei fedeli della Sibaritide e non solo e che, ogni anno, richiama migliaia di persone, provenienti da più parti della Calabria e del Meridione, nella cittadina del basso jonio. Lo scorso sabato 23 maggio erano addirittura 15mila i pellegrini presenti a Crosia, per una giornata di fede e commozione, culminata con la celebrazione eucaristica presieduta da Don Giuseppe Scigliano, segretario particolare dell’Arcivescovo S.E. Mons. Giuseppe Satriano, e alla quale hanno preso parte, tra i fedeli, anche il noto showman Pippo Franco e l’attrice Cinzia Carrea, entrambi devoti al culto della Madonna della Pietà di Crosia.MADONNAPIETA' Crosia

«Un anniversario al quale noi cittadini di Crosia, siamo molto legati – ha dichiarato il primo cittadino di Crosia, Antonio Russo – ma soprattutto un evento, quello connesso ai misteri dell’apparizione della Madonna della Pietà, che da sempre ha visto la partecipazione del territorio e di fedeli provenienti da tutte le parti del paese e del mondo. Credo che proprio partendo da queste premesse – ha continuato il sindaco – sia necessario, per gli anni a venire, promuovere nuove iniziative che possano incentivare il turismo religioso nella nostra cittadina, che rimane uno dei centri mariani di riferimento dell’intero meridione d’Italia. Sono convinto infatti – ha concluso Russo – che, a prescindere dai fatti che accaddero nel lontano 1987, che solo la Chiesa ha la competenza di valutare, il vero miracolo si rinnovi ogni anno attraverso la presenza di così tanti pellegrini che, spinti da profondi e sinceri sentimenti religiosi, rendono omaggio alla Vergine».

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *