Redazione Paese24.it

Cassano, Incarnato e Nencini in città per Gianni Papasso sindaco

Cassano, Incarnato e Nencini in città per Gianni Papasso sindaco
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Un momento dell'incontro

“Sono felice, fiero di aver avuto qui a Cassano allo Ionio il Segretario Nazionale del Partito Socialista Italiano Riccardo Nencini, a riprova della vicinanza del Partito ai socialisti di Cassano allo Ionio, della provincia di Cosenza e della Calabria. Riccardo Nencini è un uomo di straordinaria cultura – ha detto il candidato sindaco Giovanni Papasso – il quale ha scelto la Calabria, Catanzaro e Cassano allo Ionio per venire a celebrare il 25 aprile, quale sostegno a tutti coloro si adoperino a costruire un paese migliore, così come lo sognavano i nostri Partigiani”.

Queste le prime impressioni del candidato sindaco Giovanni Papasso, subito dopo l’incontro che il Segretario Nazionale del Partito Socialista Italiano ha tenuto ieri pomeriggio (mercoledì) a Cassano allo Ionio, nella splendida cornice di Palazzo Viafora, residenza risalente al 1800 di recente restaurata, nel cuore del centro storico, con i rappresentanti dei media locali. Al tavolo della presidenza, oltre all’on. Riccardo Nencini, hanno preso posto il candidato sindaco del centrosinistra unito Giovanni Papasso ed il segretario regionale del Partito Socialista italiano, Luigi Incarnato. Presenti anche tutti i rappresentanti della coalizione di centrosinistra a sostegno di Papasso, ovvero Luigi Garofalo per il Psdi, Antonello Avena per il Pd, Peppino Graziadio, per lo stesso Psi, Giuseppe Carrozza per Sel, Eliseo Risolè per Italia dei Valori, nonché il rappresentante dell’”Associazione il “Pentagono”, Salvatore Caruso, ed i rappresentanti delle due liste civiche “Per Amore di Cassano” e “Progetto per”.

Rispondendo, ad un giornalista che aveva rivolto una domanda in merito, che la sua priorità nei primi cento giorni di governo, se sarà eletto sindaco  andrà  verso interventi immediati nel campo della  “Solidarietà sociale, misure anticrisi, strumenti di partecipazione alla vita pubblica da parte di tutti i cittadini delle quattro frazioni cassanesi. Soprattutto – ha continuato – si dovrà pensare al coinvolgimento delle giovani energie tentando, attraverso l’esempio della correttezza, della trasparenza e del rigore morale ed eliminando dal vocabolario della politica tutti quei termini quali clientelismo, personalismo, affarismo, che hanno causato la loro disaffezione e il loro scetticismo, di entusiasmarli a divenire artefici diretti del loro destino, e rendere attivi gli strumenti di partecipazione popolare al governo della città”.

Subito dopo la parola è passata al Segretario Nazionale del Partito Socialista Italiano Riccardo Nencini, il quale, dopo essersi complimentato con il Partito Socialista di Cassano allo Ionio per la «qualità e la freschezza della lista socialista costituita, quale premessa per la definitiva rinascita del Partito a Cassano, in Calabria e in Italia. “Perché noi abbiamo puntato ad un rinnovamento della classe dirigente ed abbiamo preteso candidati che possano specchiarsi», si è soffermato con particolare puntualità sulle tematiche della politica nazionale, disegnando la prospettiva di un ritrovato ruolo dei socialisti, tanto per il traino della ripresa della socialdemocrazia europea, quanto per il fallimento della seconda repubblica e la conseguente disgregazione dell’italico bipolarismo in questi anni subito”.

Ha concluso il segretario regionale del Psi Luigi Incarnato, il quale  ha detto “Questa è una regione non libera, questa è una regione malgovernata dal centrodestra. Cassano allo Ionio ha bisogno di liberarsi da questa Amministrazione che si ispira al Governo regionale. Giovanni Papasso è l’uomo giusto per stimolare le coscienze e progettare insieme a tutto il popolo cassanese il rilancio di questo Comune mortificato”.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *