Redazione Paese24.it

Amendolara, Pd all’attacco: «Confusione nella Giunta Ciminelli. Quattro anni di proclami»

Amendolara, Pd all’attacco: «Confusione nella Giunta Ciminelli. Quattro anni di proclami»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Mentre il primo cittadino Ciminelli è fortemente concentrato sulla questione-migranti, dall’Opposizione arrivano pesanti bordate al suo operato di sindaco, a cominciare dalla sua squadra di governo nella quale, secondo Pompea Paladino Segretaria locale del PD, “non si capisce niente”. Secondo la Paladino «non si capisce chi è il vice-sindaco visto che in quattro anni è cambiato tre volte, se c’è e chi è l’assessore al Bilancio visto che i debiti si sono raddoppiati; se c’è e chi è l’assessore all’Ambiente in un paese dove viene autorizzato il taglio indiscriminato di alberi e in cui i cittadini continuano a fare la differenziata mentre il comune continua a mischiare i rifiuti ammassandoli in un’isola ecologica non ancora ultimata dopo quattro anni e finanziata all’Unione dei Comuni “La Via del Mare” per essere destinata solo ai rifiuti solidi urbani».

Una vera requisitoria, insomma, quella del PD locale, che ovviamente anticipa i temi della campagna elettorale dell’anno prossimo e che delinea la figura di un sindaco “padre-padrone” che deciderebbe per tutti. «Non si capisce  – continua la portavoce del PD – chi è e se c’è l’assessore ai Lavori Pubblici e quando sarà promossa anche ad Amendolara qualche posto di lavoro regolare, come fanno negli altri paesi e non solo le canoniche 10 giornate a favore di lavoratori di cui non si capisce più quanti sono, chi sono, cosa fanno, chi li paga e chi li sceglie….e perché ad Amendolara lavorano solo imprese di fuori che fanno quello che vogliono, vanno e vengono, cambiano come vogliono i lavori appaltati e li abbandonano quando vogliono». La reprimenda della Paladino, visto che siamo all’inizio dell’estate, si conclude sul Lungomare dove i lavori sono fermi e dove il turismo, a dispetto delle solenni promesse, sarebbe ormai al crepuscolo e dove la Bandiera Blu è solo un ricordo lontano. «Quattro anni di chiacchiere, quante chiacchiere, – conclude Pompea Paladino – di promesse e di proclami che hanno ridotto Amendolara a bandiera nera della Provincia di Cosenza. Signor Sindaco, – conclude la Paladino – i tempi delle barzellette, dei volantini anonimi, di Pinocchio, del Gatto e la Volpe, di Lucignolo e di Mangiafuoco sono finiti, è tempo di tirare le somme, è tempo di cominciare a fare… qualcosa».

Pino La Rocca

 

Share Button

One Response to Amendolara, Pd all’attacco: «Confusione nella Giunta Ciminelli. Quattro anni di proclami»

  1. PAGANO GIUSEPPE 2015/06/19 at 18:12

    Il segretario del PD di Amendolara prima di parlare,dovrebbe fare un attenta riflessione,ovverosia una analisi obiettiva del panorama politico amendolarese.Dovrebbe chiedersi cosa hanno prodotto per decenni le amministrazioni di sinistra che hanno governato questo paese:lo scempio.Per quanto riguarda poi i posti di lavoro.dovrebbe chiederlo al suo caro Renzi che sta sgovernando l’Italia ed è ,lui.un padre ,padrone del suo partito.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *