Redazione Paese24.it

Nuova Ss 106, il progetto al Cipe. Si attende l’ok, poi apertura cantieri

Nuova Ss 106, il progetto al Cipe. Si attende l’ok, poi apertura cantieri
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Buone nuove da Roma per ciò che riguarda l’inizio dei lavori della nuova Ss 106 tra Sibari e Roseto. Il progetto da oggi (mercoledì) è ufficialmente all’esame del Cipe (Comitato Interministeriale Programmazione Economica): in pratica l’ultimo passaggio prima dell’apertura dei cantieri. E da marzo che il Cipe avrebbe dovuto vagliare il progetto. Alla riunione del pre-Cipe, oggi a Roma, ha partecipato il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio. Sono state discusse diverse opere nella sede di via della Mercede, tra cui l’ammodernamento della Ss 106 (realizzata alla fine degli anni’20, in pieno periodo fascista) che si andrebbe a collegare al tratto recentemente ammodernato di Montegiordano-Rocca Imperiale-Nova Siri.

«Si tratta –ha commentato da Roma il Governatore della Calabria– di una infrastruttura strategica che consente il collegamento dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria con il Corridoio Adriatico. L’urgenza di realizzare questa opera è data anche dalla necessità di realizzare collegamenti alternativi all’autostrada per consentire la mobilità da e per la Sicilia e la Calabria ed i collegamenti con il resto del Paese». Il terzo megalotto, circa 40 km, costerà un miliardo e mezzo di euro, con la delibera del Cipe potrebbe arrivare anche nei prossimi giorni.

Vincenzo La Camera

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *