Redazione Paese24.it

Trebisacce, posti di lavoro anche agli stranieri. Ma c’è chi storce il naso…

Trebisacce, posti di lavoro anche agli stranieri. Ma c’è chi storce il naso…
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Avvio al lavoro: gli stranieri, se presentano domanda ed hanno i requisiti necessari, hanno gli stessi diritti degli italiani nel rivendicare un posto di lavoro, seppure temporaneo. Lo ha affermato il sindaco di Trebisacce, Franco Mundo, rispondendo ai “mugugni” di quanti hanno contestato l’inserimento degli stranieri tra i 30 beneficiari dei posti di lavoro, temporaneo, avviati dal comune. In realtà l’esecutivo comunale, essendo stato beneficiario di un finanziamento regionale di 130mila euro e dovendo avviare al lavoro circa 30 persone da utilizzare nella pulizia dei boschi e la prevenzione degli incendi boschivi, ha inserito tra loro 7 cittadini extracomunitari residente in città che hanno fatto regolare domanda.

La cosa “ha disturbato” alcuni lavoratori del luogo che hanno contestato questa scelta ed hanno rivolto apprezzamenti poco concilianti nei confronti dell’amministrazione comunale. Da qui la risposta del primo cittadino. «La graduatoria – ha scritto il sindaco Mundo contestando la doppia morale di qualcuno – è stata redatta sulla base di criteri predeterminati e oggettivi, per cui chi nutre dubbi può fare richiesta di presa visione e, in caso di errore, richiedere la correzione, ma chi è immigrato ed ha presentato la regolare documentazione non può essere escluso solo perché di colore diverso. Denigrare chi si è inserito e lavora con impegno e passione per mantenere onestamente il proprio nucleo familiare – ha concluso il sindaco – è ingiusto ed offensivo e dimostra solo sentimenti di quell’odio razziale che gran parte dei trebisaccesi ripudia».

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *