Redazione Paese24.it

Rossano, la Giunta studia le mosse per fermare le trivelle

Rossano, la Giunta studia le mosse per fermare le trivelle
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Rossano continua a opporsi alle trivellazioni nel bacino del Golfo di Taranto.  Dando sostegno alla battaglia No Triv, l’assessore agli Affari generali Rodolfo Alfieri, su delega dal sindaco Giuseppe Antoniotti, ha preso parte, in rappresentanza dei comuni dell’area urbana Corigliano-Rossano, ai due distinti incontri tenutisi rispettivamente ad Amendolara, lo scorso lunedì 22 giugno, e mercoledì 24 giugno a Policoro (Mt), al quale sono intervenuti anche l’assessore regionale allo sviluppo della Regione Basilicata, Aldo Berlinguer, i rappresentanti istituzionali dell’intera area ionica e i movimenti ambientalisti e No Triv delle tre regioni coinvolte nella battaglia contro la ricerca di idrocarburi in mare.

«C’è la necessità – ha dichiarato Alfieri – di intraprendere azioni comuni forti e sinergiche per contrastare un atto di violenza inaudita ai danni del vasto territorio del bacino del Golfo di Taranto e della sua economia turistica e ittica che, nonostante la crisi, rimane in piedi grazie anche al patrimonio incontaminato dei fondali marini dello Jonio».

Nel frattempo, i sindaci ionici sono pronti a presentare ricorso al Tar del Lazio per bloccare il decreto ministeriale che autorizza le trivellazioni, mentre la giunta comunale rossanese ha approvato un deliberato attraverso il quale si chiede al sindaco Antoniotti di adottare l’ordinanza di precauzione che, a tutela della salute pubblica, dia il diniego ad ogni eventuale richiesta di autorizzazione per la ricerca di idrocarburi su terraferma nel comune di Rossano.

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *