Redazione Paese24.it

L’arte della ceramica al parco archeologico di Francavilla

L’arte della ceramica al parco archeologico di Francavilla
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Si sono concluse le due giornate (27 e 28 giugno) dedicate all’arte della ceramica, presso il parco archeologico di Francavilla Marittima. “Dalla terra e dal fuoco” il nome dell’iniziativa organizzata dall’associazione Itineraria Bruttii onlus, diretta da Paolo Gallo, in collaborazione con la Regione Calabria e il Comune di Francavilla. Durante la prima giornata, un convegno e la visita al Museo Nazionale della Sibaritide, dove ammirare le collezioni di ceramiche. All’incontro hanno partecipato archeologi specializzati nello studio della ceramica, provenienti da varie università italiane e straniere, che hanno trattato aspetti della cultura materiale dall’età neolitica fino all’età medievale, analizzando reperti tipici dell’intero territorio regionale con riferimenti particolari all’area della Sibaritide, tra cui reperti da Francavilla, Broglio, Rocca Imperiale e Nocara.

La mostra intitolata “Dalla terra e dal fuoco” è stata, invece, inaugurata domenica, dopo una visita ai templi greci presenti sull’acropoli del parco di Francavilla. A seguire, una tavola rotonda, presieduta dal  sindaco di Francavilla, Leonardo Valente, alla quale hanno partecipato maestri della ceramica artistica calabrese. Durante la mattinata, inoltre, sono stati esposti i prodotti dei ceramisti che hanno aderito all’iniziativa e i maestri hanno svolto dei laboratori illustrativi sulle varie tecniche di lavorazione della ceramica e della coroplastica antica e moderna, spiegando al pubblico tecniche ed insegnamenti. Gli stessi visitatori si sono messi alla prova realizzando delle statuette greche attraverso matrici e provando a lavorare al tornio vasi e brocche. Nel pomeriggio, inoltre, una visita alla necropoli italica del parco.

I pannelli didattici del convegno e la mostra, compresi alcuni dei manufatti esposti dagli artisti, saranno visitabili gratuitamente, su prenotazione, presso l’antiquarium del parco archeologico didattico di Francavilla durante tutta l’estate 2015, mentre a breve saranno pubblicati gli atti del convegno ed un catalogo dei ceramisti che hanno esposto i loro prodotti. «Nei prossimi giorni – anticipa Paolo Gallo – Itineraria Bruttii onlus ed il Comune di Francavilla Marittima renderanno note le date di due eventi di living history riguardanti una mostra su “Cibus in Magna Grecia” e “Le Panatenee in onore di Atena ed Epeo di Lagaria” con rievocazioni storiche in costume e degustazioni di pietanze e dolci basati su ricette antiche».

Federica Grisolia

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *