Redazione Paese24.it

A Policoro la marcia contro le trivelle, Rossano in prima linea nella protesta

A Policoro la marcia contro le trivelle, Rossano in prima linea nella protesta
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Da Rossano a Policoro per ribadire l’ennesimo no alle trivelle. Anche l’amministrazione comunale rossanese ha partecipato, nella mattinata di mercoledì 15 luglio, alla manifestazione messa in atto nella città lucana, insieme ai Comuni della Sibaritide e della costa ionica calabrese, lucana e pugliese, per dire no alle trivellazioni nel Golfo di Taranto. Alla manifestazione, promossa dal sindaco della cittadina metapontina Rocco Luigi Leone e dai movimenti No-Triv, ha partecipato, per l’amministrazione Antoniotti, l’assessore all’ambiente Natalino Chiarello. In testa al corteo, i presidenti delle Regioni Calabria, Mario Oliverio, della Basilicata, Marcello Pittella, e della Puglia, Michele Emiliano.

Contestualmente, nella giornata di martedì 14 luglio 2015, l’esecutivo rossanese, questa volta rappresentata dall’assessore agli affari generali, Rodolfo Alfieri, ha preso parte ad un’altra azione di protesta, promossa da Goletta Verde – Legambiente, sul litorale di Corigliano calabro, per rendere ancora più fitta e solida la cortina del no alle trivellazioni. Presenti, oltre agli amministratori delle due città dell’Area urbana Corigliano-Rossano, e dei comuni dell’alto Jonio, anche il consigliere regionale Giuseppe Graziano, e i rappresentanti delle associazioni di categoria del mondo della pesca e dell’agricoltura. «L’amministrazione comunale – fanno sapere dall’esecutivo rossanese – continua a rimanere in prima linea, senza indietreggiare, in quella che, insieme alle altre istituzioni territoriali e regionali, crediamo sia una battaglia per la sopravvivenza del Meridione».

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *