Redazione Paese24.it

Castrovillari, polemiche su Primo Maggio. Cgil: «Sindaco nega a lavoratori piazza propria città»

Castrovillari, polemiche su Primo Maggio. Cgil: «Sindaco nega a lavoratori piazza propria città»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

La Cgil comprensoriale conferma il programma della manifestazione nella giornata di festa dei lavoratori che si terrà regolarmente a Castrovillari il 1 maggio a partire dalla mattinata con il dibattito sul lavoro e lo sviluppo del territorio presso il Protoconvento francescano alle ore 09,30. Parteciperanno il presidente del Parco del Pollino, Mimmo Pappaterra, l’assessore provinciale al Lavoro Giuseppe Giudiceandrea, il sindaco di Sant’Agata d’Esaro Luca Branda, il presidente dell’Unione Provinciale Agricoltori Fulvia Caligiuri, Silvano Lanciano e Angelo Sposato Segretari della CGIL Territoriale e  Mimma Iannello della Segreteria della Cgil Calabria.

«La Cgil Comprensoriale stigmatizza ogni eventuale ingerenza politica o religiosa che ha portato alla grave decisione del sindaco di Castrovillari Franco Blaiotta di revocare l’autorizzazione già apparsa sui manifesti del Comune e negare ai lavoratori  di festeggiare il primo maggio nella piazza principale della propria Città. Cosa questa grave ed inaccettabile che stride con i principi di libertà per una Comunità che storicamente ha fondato i suoi valori nella partecipazione democratica e nel lavoro», si legge nella nota.

«La Cgil, nel pieno rispetto della festività religiosa, terrà la festa dei lavoratori ed il concerto del gruppo musicale “Radici Calabre” in Via Enrico Berlinguer (ex canal Greco) a partire dalle ore 21.00 ed invita tutti i lavoratori, i giovani, i pensionati, i cittadini a partecipare».

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *