Redazione Paese24.it

“Scuole Belle”, ancora niente fondi. Cgil invita i lavoratori alla mobilitazione

“Scuole Belle”, ancora niente fondi. Cgil invita i lavoratori alla mobilitazione
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

«Ancora una volta, nonostante gli impegni sottoscritti il 28 marzo 2014 con un accordo interministeriale presso il Miur volto a garantire la continuità occupazionale e la tenuta del reddito, attraverso il progetto di riqualificazione “Scuole Belle” che garantisce interventi di decoro in oltre 7.000 plessi scolastici, i lavoratori ex Lsu e dei c.d. Appalti Storici (di cui 500 circa nel territorio del Pollino e della Sibaritide) si trovano di nuovo minacciati di sospensione dal lavoro». A denunciare, la Filcams Cgil di Castrovillari: «Contrariamente a quanto previsto dall’accordo – si legge in una nota – il Miur non ha provveduto ad assegnare i finanziamenti già definiti, pari a 170 milioni di euro, per poter effettuare, proprio nel periodo più propizio di chiusura delle scuole, gli interventi di mantenimento del decoro nelle scuole previste nel programma e che necessitano di tali interventi».

«La Filcams – continua la nota – chiama alla mobilitazione i lavoratori affinché si rispetti l’accordo e si dia risposta alle loro condizioni critiche, anche attraverso l’utilizzo provvisorio degli ammortizzatori sociali, in attesa dell’assegnazione alle scuole dei finanziamenti, invitandoli al presidio che il prossimo 23 luglio ci sarà sotto al Miur per mantenere alta la pressione».

La redazione

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *