Redazione Paese24.it

Roma, encomio ai carabinieri valorosi. Premiati anche due calabresi

Roma, encomio ai carabinieri valorosi. Premiati anche due calabresi
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri Tullio Del Sette ha incontrato 31 militari provenienti da tutto il territorio nazionale che si sono particolarmente distinti nella quotidiana attività di servizio. Nel corso dell’incontro, che si è svolto nella Sala di Rappresentanza del Comando Generale dei Carabinieri a Roma, alla presenza dei vertici dell’Arma e dello Stato Maggiore, nonché di esponenti degli organismi di rappresentanza dell’Arma, il Generale Del Sette ha consegnato al personale un encomio solenne per i numerosi atti di valore compiuti con generosità e slancio, spesso a rischio della stessa incolumità fisica.

Nell’occasione il Comandante Generale, nel rivolgere il suo plauso per l’eccezionale coraggio e l’esemplare altruismo dimostrati nei diversi contesti operativi, ha ribadito come la storia dei Carabinieri sia costellata di testimonianze di valore, atti che contribuiscono a rafforzare – ieri come oggi – quel legame di vicinanza dello Stato ai cittadini.

Tra i militari premiati, anche gli appuntati Berardino Francesco Miraglia e Stefano Vommaro, in servizio presso la stazione dei carabinieri di Amantea (Cs). Questa la motivazione: “Con eccezionale senso di abnegazione e generoso altruismo, non esitavavo a intervenire in soccorso di un anziano rimasto imprigionato all’interno della propria autovettura che, precipitata lungo la scarpata di un fiume, era rimasta pericolosamente in bilico tra la fitta vegetazione. Calatisi lungo il dirupo, riuscivano a estrarre l’uomo dalla vettura e, trasportandolo a braccia lungo un ripido pendio, a trarlo in salvo. Chiaro esempio di elette virtù civiche e non comune senso del dovere”.

La redazione

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *