Redazione Paese24.it

Alessandria, si rinnova rito della “Pita”. Al via preparativi per innalzare grande abete

Alessandria, si rinnova rito della “Pita”. Al via preparativi per innalzare grande abete
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Repertorio "Festa della Pita"

Da oggi, ad Alessandria del Carretto, i preparativi per la festa più attesa dell’anno in onore di Sant’Alessandro: la festa della pita. Come di consueto, l’ultima domenica di aprile si svolge il taglio di un abete di circa 18 metri, il quale viene trascinato a mano in paese con una particolare tecnica. Il trasporto, che coinvolge tutta la popolazione è accompagnato da canti, balli e pranzo a base di prodotti tipici.

L’abete viene donato agli alessandrini dal Comune di Terranova del Pollino (PZ) per la grande amicizia tra i due comuni e che ogni anno si rinnova con questo rito. Il 2 maggio si passa alla pulizia dell’abete, alla levigazione del fusto e a cospargerlo con grasso animale. Il 3 maggio, giorno di Sant’Alessandro, l’albero viene innalzato, fermato con corde e puntelli ed allestito di premi. In seguito alla processione, nel pomeriggio cominciano le tanto attese arrampicate con i tentativi di riuscire ad accaparrarsi i premi.

Soltanto in pochi riescono a raggiungere la cima dell’abete, ma una volta sopra, gli arrampicatori recuperano i premi e si esibiscono in acrobazie da lasciare gli spettatori col fiato sospeso, data l’altezza dell’albero. Al termine della scalata, l’abete viene fatto cadere accompagnato dall’applauso dei partecipanti, i quali, successivamente staccheranno un rametto di foglie in ricordo di Sant’Alessandro.

Alessia D’Angelo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *